rotate-mobile
pari opportunità

Nel padovano scoppia il caso della panchina Lgbt+ negata dal centrosinistra

Zan: «Stupisce e rammarica che un’amministrazione dichiaratamente progressista ed europeista, abbia messo in discussione lo svolgersi di un evento programmato per domenica 15 maggio»

Monta il caso della panchina Lgbt ad Este. Dopo l'ok del sindaco alla posa di una panchina dai colori dell'arcobaleno, in occasione della giornata contro l'omofobia e la transfobia, a soli dieci giorni dalla manifestazione è arrivato lo stop all'iniziativa per volontà di una parte della maggioranza di centrosinistra. Una panchina prima concessa e poi negata, che ha attirato critiche e contestazioni sull'amministrazione di Matteo Pajola da parte del Pd, del gruppo L'Altra Este, che sostengono l'attuale amministrazione e che siedono in giunta, e delle associazioni per la difesa dei diritti Lgbt+ con a capo il coordinatore regionale di +Europa, Alberto Ruggin. Sul caso è intervenuto anche il parlamentare Alessandro Zan: «La giornata mondiale contro l’omotransfobia del 17 maggio è promossa e riconosciuta dal 2004 dall’Unione e dal Parlamento Europeo, per commemorare e celebrare le violenze e le discriminazioni che la comunità lgbtq+ ha subito nel corso della storia e che tutt’ora spesso subisce. Quindi stupisce e rammarica che l’amministrazione di Este, dichiaratamente progressista ed europeista, abbia messo in discussione lo svolgersi di un evento programmato per domenica 15 maggio: in che modo l’inaugurazione di una panchina arcobaleno può risultare divisiva, che è simbolo di pace, democrazia e libertà? Anzi, credo che il sindaco Pajola, se confermasse l’annullamento dell’evento, lancerebbe un messaggio di esclusione e divisione. Esattamente il contrario di ciò che hanno chiesto i cittadini di Este solo pochi mesi fa, mandando a casa la giunta leghista. Auspico quindi che, come chiede il Partito Democratico di Este, siano confermati tutti gli eventi già programmati, per iniziare un percorso di inclusione e riconoscimento della piena cittadinanza di tutte e tutti i cittadini».

Pd Este

«La decisione del sindaco ci ha spiazzati e amareggiati tutti, considerando che l’inaugurazione della panchina era già stata concordata e condivisa da tempo - aggiunge Andrea Dalla Valle, segretario del Partito Democratico di Este - .Tuttavia, che a Este si discuta di contrasto alle violenze, alle discriminazioni e di diritti, nel contesto di una manifestazione in piazza Maggiore, è un risultato notevole e un punto di partenza inimmaginabile solo pochi mesi fa, con la precedente amministrazione leghista. Lavoriamo assieme a favore dei diritti di tutte e tutti, per una città più inclusiva ripartendo dalle parole dell'assessore Businarolo e creando un percorso sul lungo periodo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel padovano scoppia il caso della panchina Lgbt+ negata dal centrosinistra

PadovaOggi è in caricamento