rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022

Non ancora inaugurata, "Segni" fa già parlare di sé

Quattro enormi sculture a firma di Paolo Bozzato, nel cuore del centro di Padova, in particolare in piazza Cavour, sul plateatico del Pedrocchi, lungo il Liston e davanti a palazzo Moroni

“Segni” prenderà vita il prossimo 26 maggio e terminerà l’11 settembre prossimo a Padova, ma sta già attirando l'attenzione dei tanti che attraversano il Liston e si chiedono cosa queste opere che si trovano di fronte. Grandi opere, d'arte però. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e il Caffé Pedrocchi, sarà presentato ufficialmente giovedì 26. 

Le quattro opere della collezione “Segni”, “Chiodo”, “Masso”, “Sasso” e “Lingotto”, sono non solo molto grandi e d’impatto visivo ma abbelliscono e valorizzano il centro cittadino e offrono un conforto spirituale per l’occhio del passante.

Le quattro sculture, infatti, sono frutto di una nuova poetica, complessa e profonda, maturata dall’autore durante un percorso spirituale, artistico e umano durato più di dieci anni, tra l’Italia, il Giappone e il Tibet.

Un progetto che ora si apre anche al grande pubblico con l’installazione di quattro enormi sculture a firma di Paolo Bozzato, nel cuore del centro di Padova, in particolare in piazza Cavour, sul plateatico del Pedrocchi, lungo il Liston e davanti a palazzo Moroni.

Si parla di

Video popolari

Non ancora inaugurata, "Segni" fa già parlare di sé

PadovaOggi è in caricamento