Lunedì, 21 Giugno 2021
Attualità

Per reprimere il triste fenomeno: attivato il Nucleo Prevenzione e Antibullismo

Attivato un nucleo prevenzione e antibullismo, le cui attività comprenderanno controlli nei parchi da parte dei vigili, in divisa e in borghese, e la distribuzione di volantini con un numero da chiamare in caso di necessità

Il Comune di Albignasego, attraverso la polizia locale dell’Unione Pratiarcati, ha attivato un nucleo prevenzione e antibullismo, le cui attività comprenderanno controlli nei parchi da parte dei vigili, in divisa e in borghese, e la distribuzione di volantini con un numero da chiamare in caso di necessità.

Nucleo antibullismo

Negli ultimi mesi, infatti, si sono verificati alcuni episodi di bullismo, che sono sfociati, in alcuni casi, in reati, già al vaglio delle forze dell’ordine. Sugli episodi più recenti i carabinieri stanno svolgendo ancora le loro indagini, utilizzando anche le immagini ricavate dalla rete di videosorveglianza comunale. La polizia locale Pratiarcati ha attivato pertanto un nucleo prevenzione e antibullismo, coordinato direttamente dal comandante Daniele De Sanctis, che opererà in sinergia con la locale stazione dei carabinieri. Il servizio sarà orientato alla prevenzione e repressione, attraverso il serrato controllo dei parchi da parte degli agenti, sia in divisa che in borghese, i quali avvicineranno i gruppi di ragazzi, ma anche i genitori presenti, distribuendo loro la mail (polizia.locale@unionepratiarcati.it) e i numeri di telefono ai quali gli operatori risponderanno alle richieste di intervento immediato (0498042296) oppure alle segnalazioni relative a episodio di bullismo (numero Whatsapp 3480175521). Sarà quindi messa in campo, soprattutto, un’attività di sensibilizzazione preventiva.

Albignasego

«Di fronte a questo tipo di comportamenti» commenta il sindaco Filippo Giacinti «dico ai ragazzi che li subiscono di chiedere aiuto, perché non sono soli. L’ultimo anno è stato particolarmente difficile per i ragazzi e alcuni di loro, in realtà poche unità, per mancanza di controllo da parte de genitori o per sfogare la loro frustrazione mettono in atto comportamenti prepotenti nei confronti dei coetanei, arrivando a commettere in pratica veri e propri reati, oppure si sfogano sui beni altrui e sul patrimonio comunale. Si tratta, in ogni modo, di singoli casi, rispetto alla quasi totalità alla quasi totalità dei loro coetanei che è rispettosa delle regole e anzi, in questo anno, ha dimostrato grande responsabilità. L’obiettivo è principalmente di aiutare questi ragazzi prima che intraprendano strade senza ritorno, ma anche impedire che possano nuocere ai loro coetanei o danneggiare beni pubblici o privati. Tutto questo non sarà tollerato». Il Nucleo prevenzione e antibullismo inizierà la sua attività già dalla prossima settimana e sarà operativo sicuramente per l’intera estate, controllando anche i bar che somministrano alcolici ai minorenni: anche lo stato di ebbrezza alcolica, diminuendo le capacità inibitorie, favorisce  gli episodi di violenza.

Testimonianza

«Personalmente sono stato vittima di bullismo quando frequentavo la seconda media» racconta il comandante della polizia locale Pratiarcati, Daniele De Sanctis, «pertanto conosco il fenomeno e l’ho sempre combattuto nell’intero corso della mia carriera professionale. Il bullismo è un fenomeno insidioso, che trae forza dal silenzio delle vittime e di chi assiste, ma decide di non intervenire. È proprio l’atteggiamento di silenzio che bisogna scardinare». Comprendendo, inoltre, il bisogno dei giovani di impiegare il loro tempo libero in attività a misura della loro età, il Comune di Albignasego ha attivato quest’estate alcune importanti iniziative: lo sconto sulla tariffa per la frequenza ai centri estivi (così da incentivare la partecipazione alle attività proposte dalle parrocchie e dalle associazioni sportive), Sportivando nei parchi, “Ci sto...affare fatica!”, progetto nel quale i ragazzi saranno coinvolti in lavori di piccole manutenzioni nei luoghi pubblici del territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per reprimere il triste fenomeno: attivato il Nucleo Prevenzione e Antibullismo

PadovaOggi è in caricamento