Naturale e avvolgente: nuova illuminazione per Porta Bassano a Cittadella

Una luce nuova, molto più vicina a quella naturale, molto più attenta nei confronti dell'inquinamento atmosferico e molto più rivelatrice degli elementi costituivi di una delle quattro porte di Cittadella

La nuova illuminazione a Porta Bassano

Una luce nuova, molto più vicina a quella naturale, molto più attenta nei confronti dell'inquinamento atmosferico e molto più rivelatrice degli elementi costituivi di una delle quattro porte di Cittadella: sono questi i caratteri essenziali della nuova illuminazione del complesso monumentale di Porta Bassano realizzata dall'azienda Facco M. di Santa Giustina in Colle su progetto dell'architetto Ferruccio Tasinato ed inaugurata nella serata di mercoledì 18 dicembre alla presenza del sindaco della città murata, Luca Pierobon e di un folto pubblico che, in precedenza, aveva partecipato al convegno "La Notta dei Monumenti" svoltosi nella sala della Casa del Capitano che insiste proprio su Porta Bassano.

Illuminazione Cittadella 4-2

Nuova illuminazione

Sala gremita per un'iniziativa che ha avuto il pregio di analizzare come stia cambiando l'uso della luce per quanto attiene ai complessi monumentali e che si è snodata, dopo l'introduzione di Francesca Pozzato, attraverso gli interventi di Emanuele Nichele dell'ufficio tecnico del comune, di Andrea Bertolo dell'Arpav, di Giorgio Strapazzon e Marco Silvestri, dell'assessore Marco Simioni e di Raffaele Zordanazzo, presidente dell'Anap Confartigianato. Sottolinea l'architetto Tasinato, titolare dell'incarico e direttore dei lavori: «Il progetto, muovendo dall'esigenza espressa dall'amministrazione comunale di illuminare Porta Bassano, propone una riqualificazione organica dell'intero complesso, assegnando a Porta Bassano un ruolo principale nel sistema degli accessi alla città murata. La qualità della luce è uno degli elementi distintivi della nuova illuminazione ed è stata ottenuta nel pieno rispetto della rigida disciplina della normativa regionale sull'inquinamento luminoso. Un risultato raggiunto grazie all'esperienza dell'azienda Facco M.». Il saluto finale da parte del sindaco Luca Pierobon ha introdotto il taglio del nastro al quale ha fatto seguito un drink "rafforzato" offerto dalla Facco M., rappresentata, per l'occasione, oltre che dai titolari Massimo e Mery Facco anche dal fondatore Ivo Facco che, a settembre, ha festeggiato i 50 anni di attività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Illuminazione Cittadella 2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento