Attualità

Nuove strutture ludiche nei parchi cittadini: il progetto del Comune di Padova

Nelle aree gioco di quattro parchi cittadini verranno installate strutture di ultima generazione rivolte a chi non cerca solo un semplice svago, ma attività che richiedano anche doti atletiche

Sei innovative strutture ludiche rivolte a tutti, per rendere più accoglienti i parchi cittadini: entra nel vivo il progetto dell’amministrazione comunale di Padova e finanziato dalla Fondazione Cariparo con 300mila euro, che porta nelle aree gioco di quattro parchi cittadini (Parco Iris, Giardino del Campetto, Parco Perlasca e Parco dei Salici) delle strutture di ultima generazione rivolte a chi non cerca solo un semplice svago, ma attività che richiedano anche doti atletiche.

Chiara Gallani

Sottolinea l'assessora Chiara Gallani: «Nonostante in questa splendida primavera non possano essere utilizzati, non smettiamo di pensare alle aree verdi. In questi giorni stiamo continuando non solo a curarle, ma anche a migliorarle per farle trovare a tutti, una volta finita questa emergenza, ancora più belle e accoglienti. Nel definire questo progetto siamo partiti come prima cosa dal monitoraggio delle 840 strutture presenti nelle 91 aree diffuse in tutti i quartieri. Questo monitoraggio ha evidenziato un problema: che mancavano attrezzature rivolte agli adolescenti. Colmare questa lacuna è diventato un obiettivo: le strutture nei parchi servono anche per fare esercizio e nei parchi devono essere presenti strutture adatte a tutte le età. Per questo abbiamo individuato strutture di ultima generazione, capaci di rispondere a questa esigenza. Ringraziamo la Fondazione Cariparo per aver creduto in questo progetto che vuole arricchire i nostri parchi con strutture complesse che sicuramente potranno regalare grande divertimento a tanti ragazzi nei prossimi mesi».

Parchi e strutture

Le strutture sono del tipo piramide reticolare, piramide integrata con sartia per arrampicata, scivolo e amaca, struttura arrampicata a blocchi e strutture multifunzione. Tutte le attrezzature presentano particolare complessità costruttiva, con la presenza di anche di funi, arrampicate. I materiali scelti sono l’acciaio e l’alluminio e materiali plastici resistenti all’uso e alle intemperie che garantiscono la resistenza non solo alle sollecitazioni che comporta un loro utilizzo intensivo da parte del pubblico, ma anche una resistenza agli agenti atmosferici e al vandalismo. Queste i parchi coinvolti e le strutture:

  • Parco Iris (via Canestrini). Struttura ludica multifunzione in linea con torretta, scivolo, tunnel, rete di arrampicata, scaletta a pioli, arco di arrampicata; Piramide con sartia per arrampicata, amaca, scivolo; Arrampicata a sei blocchi.
  • Giardino del Campetto (via Algarotti). Struttura ludica multifunzione a pianta centrale con scivolo semicircolare, pertica, punching ball, una rete verticale in corda, un'arrampicata orizzontale in corda, una arrampicata a vela in Hpl, due scale a pioli, una parete di arrampicata antiscivolo, un'arrampicata con sfere di schiuma di poliuretano microcellulare flessibile.
  • Parco Perlasca (via Pio X) e Parco dei Salici (via dei Salici). Piramide arrampicata con struttura in rete tipo Herkules e palo portante da 16 cm di diametro in acciaio zincato, con sei scalette a pioli, due camini d'arrampicata verticali, due camminamenti orizzontali in rete a due livelli di altezza.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove strutture ludiche nei parchi cittadini: il progetto del Comune di Padova

PadovaOggi è in caricamento