rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità

La carica dei 111: da lunedì in servizio nel Padovano nuovi autobus a basse emissioni

I 111 bus che circoleranno lungo la rete extraurbana di competenza provinciale sono anche dotati di tecnologie per il costante monitoraggio del percorso effettuato, oltre a wi-fi, telecamere e conta-passeggeri in salita e in discesa

Lunedì 13 settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico e il via ufficiale al nuovo contratto di servizio per il trasporto pubblico locale, studenti e lavoratori potranno salire su 111 autobus tutti nuovi e a basse emissioni.

Nuovi bus

Già in questi giorni, infatti, sono iniziate le consegne al concessionario BusItalia Veneto Spa dei mezzi che prenderanno servizio sulle linee extraurbane di competenza della Provincia di Padova. Il presidente dell’Amministrazione provinciale Fabio Bui ha visitato il deposito di via Goldoni per visionare i 46 nuovi bus Mercedes-Intouro lunghi 12 metri e i 65 mezzi Setra da 14,6 metri, entrambi con motori euro 6 a basse emissioni. «Da lunedì - ha spiegato il presidente Bui - gli studenti e i pendolari potranno viaggiare su autobus più ecologici e moderni dotati di maggiore confort e sicurezza. Uno degli aspetti qualificanti del nuovo contratto di servizio del trasporto pubblico, infatti, consiste nel rinnovamento del parco autobus. Il servizio si avvale di oltre 540 autobus e, di questi, più di 250 verranno sostituiti perché con motori euro 2 o con oltre 15 anni di servizio, dunque non più ammessi dai requisiti previsti».

Ammodernamento

I 111 bus che circoleranno lungo la rete extraurbana di competenza provinciale sono anche dotati di tecnologie per il costante monitoraggio del percorso effettuato, oltre a wi-fi, telecamere e conta-passeggeri in salita e in discesa. Nei prossimi mesi, inoltre, BusItalia SpA proseguirà con il piano di ammodernamento introducendo anche nuovi mezzi elettrici. Saranno circa un centinaio che verranno complessivamente utilizzati per servizi in ambito urbano e nei Comuni di prima cintura. «Sono tutti investimenti possibili - ha concluso Bui - grazie alle risorse messe a disposizione sia dal Governo centrale, sia dal Recovery plan elaborato dallo Stato e come autofinanziamento del concessionario. Il piano di ammodernamento del parco veicolare del trasporto pubblico rappresenta, infine, uno degli strumenti più strutturali che la Provincia e il Comune di Padova hanno per incidere sui livelli di inquinamento del nostro bacino, soprattutto nel periodo autunnale e invernale. Ora affidiamo questi nuovi mezzi anche agli studenti e ai pendolari che vi saliranno nell’auspicio che ne abbiano cura».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La carica dei 111: da lunedì in servizio nel Padovano nuovi autobus a basse emissioni

PadovaOggi è in caricamento