rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità

Dalla sostenibilità al benessere termale fino al metaverso: i 24 nuovi master Unipd

E i master Unipd fanno registrare ottimi risultati, secondo i dati Almalaurea: a un anno dal diploma l’82,3% di diplomate e diplomati lavora, e con una retribuzione media di 1.823 euro

Dalle tecnologie sostenibili dei materiali per le industrie alla riabilitazione e benessere in ambiente termale, dallo studio di metaverso e informatica giuridica alla psicologia scolastica: sono 24 i nuovi master proposti (su 111 totali) dall’Università degli Studi di Padova. Come per gli altri master dell’ateneo patavino, c’è tempo per preiscriversi fino al 6 ottobre. E i master Unipd fanno registrare ottimi risultati, secondo i dati Almalaurea: a un anno dal diploma l’82,3% di diplomate e diplomati lavora, e con una buona retribuzione media, 1.823 euro. Afferma Marta Ghisi, delegata ai Master dell’Università degli Studi di Padova: «La nostra offerta ha come obiettivo individuare, e quindi così anticipare, le esigenze di un mercato del lavoro in rapido cambiamento. I dati confermano la bontà delle scelte effettuate: siamo attrattivi, diplomate e diplomati sono molto soddisfatti del loro percorso di studi, che valutano efficace per il loro lavoro. Possiamo dire che i nostri master mantengono le promesse e soddisfano le aspettative di chi li frequenta. Questi risultati ci permettono di valutare costantemente l’efficacia dei nostri master, e sono per noi sempre un punto di partenza, per continuare a migliorarci, e non di arrivo».

Due diplomati su tre da altri atenei

I dati Almalaurea, rilevati su un campione di risposte fornito da 1619 neodiplomate e neodiplomati (dei quali due terzi sono donne) raccontano che l’età media al conseguimento del diploma di master è pari a 34,6 anni: 32,4 anni per i diplomate/i di primo livello e 36,6 anni per i diplomate/i di secondo livello. L’Università di Padova si mostra molto attrattiva: il 62% di diplomate/i proveniva infatti da un altro ateneo italiano, il 4% dall’estero. Il 91,8% di diplomate/i valuta gli argomenti trattati a lezione utili per il futuro professionale, l’88,9% ritiene che il master abbia fornito conoscenze e abilità adeguate rispetto alla figura professionali di riferimento.

Tasso di occupazione e retribuzione

Molto alto anche il tasso di occupazione, analizzato in base alle risposte di 977 diplomate/i: a un anno dal conseguimento del diploma è del 82,3%: (79,7% per diplomate/i di master di primo livello e 84,9% per i diplomate/i di secondo livello). Il 62,3% di occupate/i (58,7% di primo livello, 65,9% di secondo livello) prosegue l’attività intrapresa prima del conseguimento del master. Tra coloro che proseguono il lavoro iniziato prima del conseguimento del titolo, il 76,6% evidenzia un miglioramento nel proprio lavoro grazie al conseguimento del master (70,2% primo livello e 82,5% secondo livello) e, tra questi, il miglioramento riguarda soprattutto le competenze professionali (75,9% in totale; 72,2% primo livello e 78,8% secondo livello). Non solo: l’86,3% di diplomate/i ritiene efficace il master per il lavoro che sta svolgendo. La retribuzione mensile, a un anno dal conseguimento del diploma, netta dei diplomate/i di master è, in media, 1.823 euro (1.754 euro primo livello e 1.890 euro secondo livello).

Master

L’ateneo patavino offre, per l’anno accademico 2023/2024, 111 master. Di questi 42 sono di primo livello (frequentabili con un diploma di laurea triennale) e 69 di secondo livello (frequentabili con un diploma di laurea magistrale). Maggiori informazioni sul sito dedicato ai master: https://uel.unipd.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla sostenibilità al benessere termale fino al metaverso: i 24 nuovi master Unipd

PadovaOggi è in caricamento