menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una "star" della ricerca genica per Oncoematologia Pediatrica: la nuova direttrice sarà Alessandra Biffi

La ricercatrice 42enne lavora a Boston e ha scoperto un metodo rivoluzionario per riparare il Dna danneggiato nei bimbi affetti da malattie genetiche: subentrerà a Giuseppe Basso

Cambio al vertice per una delle eccellenze della sanità locale, ma anche nazionale e mondiale: come riporta "Il Mattino di Padova", dal primo ottobre la ricercatrice Alessandra Biffi subentrerà a Giuseppe Basso alla guida di Oncoematologia Pediatrica.

Chi è Alessandra Biffi

Una scelta a sorpresa (operata da Luciano Flor, direttore dell'azienda ospedaliera di Padova, con Rosario Rizzuto, rettore dell'Università), visto che Alessandra Biffi non è un'oncoematologa. Ma la 42enne, attualmente a Boston, è conosciuta in tutto il mondo scientifico in quanto autentica "campionessa" della ricerca genica: la farmacologa e pediatra, infatti, ha scoperto un metodo rivoluzionario per riparare il Dna danneggiato nei bimbi affetti da malattie genetiche grazie all'introduzione nelle loro cellule staminali di geni sani attraverso il virus - modificato - dell'Hiv, che riesce a reinfondere le cellule benigne.

I successi del professor Giuseppe Basso

Lascia, dunque, il professor Giuseppe Basso, che si trasferirà in un istituto di ricerca privato di Torino dopo decenni di sforzi personali , successi straordinari e incredibili passi avanti verso la sconfitta delle malattie neoplastiche ed ematologiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento