Attualità Abano Terme

Viaggio alla scoperta del termalismo euganeo: primo open day per gli hotel del territorio

Ogni partecipante può scegliere fra i tre visiting tour proposti in contemporanea nelle tre strutture che per l’occasione apriranno le loro porte

Le grandi vasche che conservano i fanghi termali, risorsa unica del territorio, i lodge green a impatto zero che incarnano la nuova frontiera del lusso sostenibile, il resort con un parco di 40mila metri quadri che custodisce i resti di un complesso termale del I secolo e sta per inaugurare le nuove suite disegnate secondo i principi dell’architettura verde, il design improntato al “lusso inclusivo” di un cinque stelle in cui la piscina principale riproduce un atollo caraibico e la spa consente di immergersi in un’ambientazione che ricorda il borgo di Arquà Petrarca. Questi solo alcuni dei frammenti del viaggio in cui potranno immergersi i partecipanti al Primo Open Day delle Terme, in programma venerdì 17 maggio dalle 17.30 alle 19.30 ad Abano e Montegrotto. 

Open day

L’iniziativa, promossa da Federalberghi Terme Abano Montegrotto, con il patrocinio dei Comuni di Abano Terme e Montegrotto Terme, sarà occasione per conoscere da vicino alcuni fra gli hotel del bacino euganeo: un viaggio affascinante fra termalismo, salute e benessere. Un appuntamento gratuito aperto a tutti, previa registrazione online a questo link fino a esaurimento dei posti disponibili: ogni partecipante può scegliere fra i tre visiting tour proposti in contemporanea nelle tre strutture che per l’occasione apriranno le loro porte, il Terme Preistoriche Resort and Spa e il Terme Neroniane Spa Resort a Montegrotto Terme, il Tritone Luxury Hotel thermae & spa ad Abano Terme. Al termine del tour guidato nelle strutture, con le loro piscine e spa recentemente ridisegnate, verrà offerto un aperitivo, si specifica che non è previsto l’utilizzo gratuito delle piscine o dei servizi della spa.

Federalberghi Terme Abano Montegrotto

«Abbiamo fortemente voluto questa iniziativa - spiega Walter Poli, presidente Federalberghi Terme Abano Montegrotto - aperta a tutti, ma pensata in particolare per i residenti nel Padovano. La percezione delle nostre strutture è talvolta ancora legata a stereotipi lontani anni luce dalla realtà o a immagini che risalgono a vent’anni fa, quando gli hotel erano meta legata prevalentemente al turismo sanitario degli anziani e in qualche caso risultavano un po’ vetusti. Oggi chi entra nei nostri ambienti, luoghi ricchi di storia che coniugano tradizione e innovazione, ne esce spesso “a bocca aperta” perché trova degli spazi bellissimi, curati in ogni dettaglio, giardini che con le loro eleganti piscine rappresentano delle oasi di pace e di relax, spa modernissime e accoglienti. Realtà che vogliamo raccontare, assieme ai benefici per la salute della risorsa termale di cui siamo “custodi”, con la scelta di aprire le nostre porte a un territorio con cui abbiamo intenzione di connetterci sempre di più. Un’iniziativa che rappresenta solo il primo passo di un nuovo percorso». 

Visite guidate

Le visite, guidate dai tre imprenditori alberghieri - Poli per il Tritone, Angela Stoppato per Terme Preistoriche, Luca Tognin per Terme Neroniane - saranno occasione per scoprire qualche tratto della storia secolare delle strutture, per conoscere le modalità di conservazione dei fanghi termali e per scoprire realtà all’avanguardia in tema di sostenibilità, a partire dal riutilizzo dell’acqua termale impiegata per le cure per riscaldare le strutture nei mesi freddi.

Terme Preistoriche Resort and Spa

La visita al Terme Preistoriche Resort and Spa di Montegrotto sarà anche occasione per scoprire i nuovi Preistoriche Green Lodge nel parco del resort, disegnati dall’architetto Alberto Apostoli: spazi straordinari, piccole oasi di pace a impatto zero, costruite su un sistema di 160 micropali e incastonate fra gli alberi secolari del parco del resort, in grado di rispondere alla domanda di chi è alla ricerca di una vacanza all’insegna dell’immersione nella natura. I lodge ecosostenibli rappresentano solo l’ultima innovazione di una struttura che negli ultimi anni ha sempre dimostrato la capacità di anticipare i cambiamenti della domanda del turista. Uno “sguardo lungo” che, unito a una buona dose di creatività, caratterizza la gestione di Angela Stoppato, dallo scorso settembre amministratrice delegata della struttura fondata dal bisnonno Agostino Braggion, agli inizi del Novecento. La comune passione per l’arte di Angela e della madre Carla Rigato, pittrice, è invece all’origine della galleria d’arte permanente realizzata all’interno della Neró spa New Experience, area dal design innovativo che propone un percorso suggestivo all’insegna dell’acqua, a richiamare il legame con il territorio termale.

Terme Neroniane Spa Resort

Unico nel suo genere, l’Hotel Terme Neroniane Spa Resort si trova nell’area di un parco archeologico, testimonianza della presenza nell’area degli antichi romani che beneficiavano degli effetti delle fonti di acqua termale: dagli oblò posti sul pavimento del ristorante è possibile vedere i resti del grande complesso termale risalente al I secolo d.C., scoperto solo nel 1996 in occasione dei lavori di ampliamento della struttura e oggetto di più campagne di scavi da parte della Soprintendenza. Una testimonianza lunga 2000 anni in cui si iscrive la storia del Neroniane, aperto 120 anni fa: un luogo straordinario, fra tradizione e innovazione, che di recente ha rinnovato gli spazi delle piscine e delle aree relax interne ed esterne, nel grande parco di 40mila metri quadri. Suggestive e scenografiche piscine termali immerse nel verde, il nuovo centro benessere & spa dove poter effettuare numerosi trattamenti termali, wellness e programmi personalizzati di remise en-forme, in ambientazioni dal design ricercato ed esclusivo. Una realtà d’eccellenza anche per quanto riguarda l’attenzione alla sostenibilità, dall’utilizzo dell’acqua ipertermale per il riscaldamento dell’hotel durante i mesi più freddi alle scelte improntate alla riduzione al minimo dell’utilizzo della plastica e al risparmio idrico. È inoltre agli step conclusivi il cantiere che porterà all’apertura delle nuove modernissime, eleganti Natura Emotion Suite, disegnate secondo i principi dell’architettura verde.

Tritone Luxury Hotel Thermae & spa

Il Tritone Luxury Hotel Thermae & spa è un’oasi tropicale a cinque stelle nel cuore di Abano Terme, che si contraddistingue per gli ambienti disegnati secondo i criteri del lusso inclusivo, non improntato all’ostentazione, attento alla cura impeccabile del dettaglio e del servizio. Il tour nella struttura, dallo scorso febbraio “only Adults”, sarà occasione per scoprire le cinque bellissime piscine termali, fra cui la Tropical pool: un atollo tropicale, all’ombra del palmeto, un’immensa distesa d’acqua, con diverse zone da condividere tra relax e privacy; il bar direttamente all’interno della piscina e gli sgabelli immersi nell’acqua. Gli ospiti potranno inoltre passeggiare all’interno del giardino di 30mila metri quadri fra profumi e colori, olivi secolari, palme, magnolie e abeti. La visita alle vasche del fango sarà occasione per scoprire i segreti e i benefici del termalismo e della risorsa termale. La suggestiva spa, oasi di relax e pace, riproduce invece le acciottolate del borgo medievale di Arquà Petrarca, caratterizzato dalla tipica pietra di trachite. Nell’hotel trovano spazio anche una palestra e un’elegante boutique con prodotti esclusivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio alla scoperta del termalismo euganeo: primo open day per gli hotel del territorio
PadovaOggi è in caricamento