Torna l'ora solare: pronti a spostare le lancette indietro, guadagneremo un'ora di sonno in più

Come di consueto è tempo di dire addio all'ora legale. Il cambio scatterà alle 3, nella notte tra il 24 e il 25 ottobre 2020

Domenica 25 ottobre si passa dall'ora legale a quella solare, con benefici per il nostro sonno. Spostando le lancette indietro potremo dormire un'ora in più. Esattamente alle 3, nella notte tra il 24 e il 25 ottobre 2020, le lancette andranno riportate indietro sulle 2.

Lancette indietro di un'ora

Il cambio dell'ora è una prassi che è stata decisa a tavolino dalle istituzioni dal momento che consente di risparmiare energia, sfruttando quanto più possibile luce del sole. Portando indietro le lancette dell’orologio, si ha una percezione diversa dell’intera giornata: il diminuire delle ore di luce segna l’ingresso definitivo della stagione invernale e di tutte le conseguenze che questo comporta.

Sarà l’ultima volta? Non per ora

Il Parlamento europeo ha appoggiato la proposta della Commissione di abolire il cambio tra ora legale e ora solare, ma ha chiesto di spostare la data di entrata in vigore del nuovo regime dal 2019 al 2021. Secondo la posizione comune adottata dai deputati, infatti, gli Stati membri che decidono di mantenere l'ora legale dovrebbero cambiare le lancette dell'orologio per l'ultima volta l'ultima domenica di marzo 2021, mentre quelli che preferiscono mantenere l'ora solare dovrebbero farlo l'ultima domenica di ottobre 2021. Per proteggere il mercato interno da perturbazioni, i deputati hanno chiesto che gli Stati membri e la Commissione coordinino le loro decisioni su quale ora adottare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Storia

L'ora legale è stata reintrodotta in Italia nel 1966, dopo la pausa di 20 anni dal 1920 al 1940, con l'obiettivo di risparmiare a livello energetico sull'illuminazione elettrica. In origine, nel 1916, l'introduzione era legata ad una misura d'emergenza di guerra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • Il miglior panettone del mondo si trova alla pasticceria Estense: Francesco Luni vince l’oro assoluto

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento