Oscar Green, giovani imprenditori padovani a caccia del premio per l'agricoltura innovativa

Quindici professionisti partecipano alla finale regionale del concorso di Giovani Impresa Coldiretti con prodotti dalla canapa allo zafferano, dalle lumache al siero di latte

Le lumache allevate nel Padovano, in lizza per gli "Oscar Green"

Sono padovani quindici dei cento finalisti che giovedì 25 luglio a Lazise parteciperanno alla finale regionale dell’Oscar Green, il premio dedicato all’innovazione in agricoltura promosso da Giovani Impresa Coldiretti. Trecento persone sono arrivate sul lago di Garda per supportarli.

Eccellenze "made in Padova"

Tra i finalisti ci sono quindici padovani. Tra le idee innovative presentate spicca la coltivazione della canapa, che si sta diffondendo nella Bassa Padovana dove i giovani imprenditori hanno dato vita ad una rete di impresa per il ritorno di questo prodotto così versatile. E dalla Bassa Padovana arriva anche l'azienda casearia che riutilizza il siero del latte, mentre un giovane ha scommesso sulla coltivazione di zafferano e altri ancora puntano su un innovativo allevamento di lumache.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La finale

Alle 18 la Dogana Veneta di Lazise accoglierà la premiazione. Cento i candidati che, divisi in sei categorie, cercheranno di conquistare il titolo di miglior esempio progettuale in agricoltura. La sezione “Creatività”, che esprime il potenziale fantasioso delle nuove generazioni, è stata la più gettonata. Seguono “Campagna Amica” per chi punta al rapporto con il consumatore, “Sostenibilità”, “Impresa 4. Terra”, “Fare rete” e “Noi per il sociale”. Ospite d’onore la campionessa trevigiana titolo mondiale di karate Sara Cardin. Con Alex Vantini, vice delegato nazionale, Daniele Salvagno, presidente di Coldiretti Veneto, e Luca Gaddoni dell’ufficio di rappresentanza di Bruxelles, si parlerà dei prodotti agroalimentari veneti, riconosciuti tra i migliori d'Italia e base ideale di un’alimentazione sana e sicura che comincia con la richiesta dell’origine in etichetta per tutti i prodotti europei, come sostiene la petizione voluta da Coldiretti #stopciboanonimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • Mascherine Grafica Veneta, da mercoledì 24 la distribuzione in 41 supermercati di Padova

  • «Chiudiamo i distributori a partire da mercoledì 25»: l'annuncio dei benzinai

  • Il professor Basso: «Neppure durante la peste si è chiuso tutto. E morì metà popolazione»

  • «70mila mascherine distribuite gratis in farmacia da martedì 24»: ecco come ritirarle

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

Torna su
PadovaOggi è in caricamento