Padova capitale europea del volontariato, il “patto” Università-Comune-Csv

L’Università degli Studi di Padova ha sottoscritto nella mattinata di venerdì 13 dicembre un Protocollo d’Intesa su Padova Capitale Europea del Volontariato 2020 insieme al Comune di Padova e al Csv - Centri Servizi Volontariato di Padova

La firma del protocollo d’intesa

Tre firme per un patto: l’Università degli Studi di Padova ha sottoscritto nella mattinata di venerdì 13 dicembre un Protocollo d’Intesa su Padova Capitale Europea del Volontariato 2020 insieme al Comune di Padova e al Csv - Centri Servizi Volontariato di Padova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La firma

Il documento, firmato dal rettore Rosario Rizzuto, dal sindaco Sergio Giordani e dal presidente Emanuele Alecci, prevede un rapporto di collaborazione tra le parti firmatarie finalizzato alla partecipazione e al contributo a eventi di natura culturale, scientifica, di valorizzazione del territorio, che suggella le alleanze con il territorio stesso in occasione di Padova quale Capitale Europea del Volontariato 2020. Ciascuna parte metterà a disposizione le proprie competenze, conoscenze e risorse. L’Università di Padova, non solo per il valore formativo e scientifico ma anche per la sua terza missione, è chiamata a fornire il proprio contributo. Pertanto, garantirà la presenza di propri rappresentanti nel Comitato “Padova Capitale”, nel Comitato Scientifico Nazionale e nei 7 tavoli tematici di lavoro individuati: povertà e nuove emarginazioni, salute, sporte e benessere, cultura e istruzione, tecnologia e innovazione, ambiente e urbanistica, sviluppo sostenibile e economia, pace, cooperazione internazionale e diritti umani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli impegni

Si impegna, inoltre, a presentare proposte concrete tra cui un progetto di studio sul tema della ‘giustizia sociale’, a promuovere il rispetto del linguaggio attento alle differenze di genere, inclusivo e dell’accessibilità; a dare vita a progetti di ricerca, attività laboratoriali, azioni pilota e formative in materia di volontariato e sostenibilità sociale, parità, equità e inclusione. L’Ateneo patavino si rende disponibile a concedere i propri spazi per incontri pubblici o gruppi di lavoro durante l’anno di Padova Capitale. Parte fondamentale del protocollo sarà garantire la diffusione delle iniziative di “Padova Capitale” attraverso i canali di comunicazione di Ateneo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • Coronavirus, Zaia: «Si tornerà alla normalità, ma gradualmente. Non abbassiamo la guardia»

  • Pm10 alle stelle negli ultimi tre giorni a Padova e provincia: ecco le motivazioni

  • Rientra e trova la compagna esanime: stroncata in casa da un malore fatale

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

  • Addetti al rifornimento scaffali: ricerca urgente per settore Gdo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento