menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco degli Alpini: la gestione all'associazione Rilabo

L’associazione di promozione sociale Rilabo ha circa un centinaio di soci, quasi tutti under 30, e si occupa di organizzazione di manifestazioni come Rise Festival, Awaken Fest, Sofar Sounds Padova

Si è concluso con l’assegnazione della gestione all’associazione Rilabo il bando di gara per affidamento in concessione e gestione del Parco degli Alpini, un’area verde attrezzata di 80 mila metri quadrati tra via Capitello e via Due Palazzi, nel territorio della Consulta 6B. Nel parco è presente una struttura utilizzabile come area ristoro ed è in costruzione un’area camper. L’associazione di promozione sociale Rilabo ha circa un centinaio di soci, quasi tutti under 30, e si occupa di organizzazione di manifestazioni come Rise Festival, Awaken Fest, Sofar Sounds Padova.

Territorio

«Sono orgogliosa di questo affidamento che permetterà di incrementare le attività in uno spazio già molto apprezzato dai padovani – spiega l’assessora al Verde e ai Parchi, Chiara Gallani – Ancora una volta giovani realtà della nostra città si mettono in gioco per tenere vivi i parchi proponendo attività, dimostrando di essere in grado di fare rete, collaborando con altre realtà associative del territorio e della città, coinvolgendo più soggetti e costruendo così progettualità solide».

Gara

La gara riguardante la gestione del Parco degli Alpini fa parte di un progetto che riguarda diverse aree verdi attrezzate della città: «Stiamo lavorando all'affidamento dei parchi cittadini più frequentati per migliorarne la gestione con un’attenzione alla sostenibilità e all’aggregazione, per renderli vivi e attrattivi, per rispondere a esigenze di quartiere» sottolinea ancora l’assessora.
Al momento è aperta la Gara per l’affidamento in concessione e gestione del Parco Villa Berta a Ponte di Brenta e a breve partiranno le gare relative al parco Morandi e al parco Milcovich, entrambi all’Arcella.

Gallani

«Far sì che siano gli stessi cittadini a prendersi cura dei nostri parchi, attraverso le loro proposte e attività, aumenta la cura degli stessi, li rende più attrattivi e sicuri per tutti i cittadini» conclude Chiara Gallani. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento