rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Attualità

Parte il Natale padovano, Carraro: «Il videomapping sui palazzi storici è un orrore»

L'imprenditore 92enne è molto critico nei confronti dell'amministrazione Giordani, che ha deciso di proiettare la realtà aumentata nelle piazze e sulle chiese della città

Il videomapping in funzione da oggi 27 novembre (ieri ci sono state le prove) non piace affatto a Mario Carraro. Lo storico 92enne imprenditore, da sempre cittadino attivo anche sugli aspetti culturali che coinvolgono Padova, non ha gradito l'iniziativa dell'amministrazione di proiettare sui palazzi storici le immagini della realtà aumentata riferita ad Urbs Picta.

Carraro è molto attivo sui social network, dove dopo aver visto le immagini sui quotidiani di questa mattina, ha deciso di scrivere un post (vedi in basso) molto critico in cui parla espressamente di «orrore». Ovviamente le sue parole hanno generato una discussione molto fitta tra chi gli ha dato ragione e chi ha invece voluto difendere l'iniziativa di cui, invece, il sindaco Sergio Giordani, l'assessore agli eventi Antonio Bressa e quello alla cultura Andrea Colasio, vanno particolarmente orgogliosi.

Chi è Mario Carraro

Mario Carraro, nato nel 1929, sposato, tre figli, con una formazione di tipo umanistico si dedica in giovane età a varie attività culturali. Nel 1961 però rileva assieme al fratello Oscar l'azienda fondata dal padre Giovanni, focalizzandosi sulla produzione dei trattori agricoli e dando così un forte impulso allo sviluppo dell'attività industriale. I nuovi orientamenti del mercato nei primi anni '70 portano Mario Carraro, Presidente della Carraro SpA, ad avviare un processo di diversificazione con l'introduzione dei primi modelli di assali quattro ruote motrici e trasmissioni. Nel tempo diventa uno dei più grandi imprenditori italiani e con fatturati miliardari. Nominato Cavaliere del Lavoro nel 1990, Mario Carraro è stato Presidente della Federazione degli Industriali Veneti da aprile 1994 a dicembre 1996. È Presidente degli Amici della Musica di Padova dal 2001. Confermato dal Consiglio Direttivo il 14 luglio 2021.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte il Natale padovano, Carraro: «Il videomapping sui palazzi storici è un orrore»