Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

A dicembre apre il cantiere di Leroy Merlin all'ex Macello. Obbligato ad assumere 200 padovani

Via libera della Regione per la licenza commerciale, ma per approdare in città, il gigante del bricolage dovrà impegnarsi nel rilancio del territorio e a far lavorare ditte della zona

Entro la fine dell'anno partiranno i lavori in corso Australia per far insediare Leroy Merlin. La conferenza di servizi decisoria convocata dalla Regione ha approvato il progetto presentato dal colosso francese per realizzare un grande punto vendita all’ex macello. In questo modo i francesi otterranno la licenza commerciale e di conseguenza il titolo edilizio per avviare i lavori. Per ottenere l'ok anche dal consiglio comunale però dovrà firmare un accordo di programma con l'amministrazione, che prevede l'impegno dei transalpini ad assumere personale padovano, ingaggiare ditte del territorio e sostenere anche le piccole attività commerciali.

L'accordo

Gli impegni che l'azienda francese dovrà prendersi con il Comune e nei confronti del territorio sono: l'assunzione di 207 persone, prioritariamente domiciliate o residenti a Padova per passare via via ai comuni limitrofi. Di questi 207, 42 dovranno essere lavoratori in mobilità o cassa integrazione. Sulla tipologia contrattuale, all’inizio i lavoratori a tempo indeterminato saranno il 40% per arrivare entro i primi tre anni dall’apertura all’82% di lavoratori a tempo indeterminato, quindi 170 su 207. Sul fronte dell’indotto economico, la convenzione prevede che Leroy Merlin, nella fase di realizzazione del punto vendita, incarichi 80 aziende fornitrici padovane (e se non presenti come tipologia, nei comuni della provincia e poi della regione). In più, garantirà che negli scaffali di vendita della parte “garden” saranno presenti i prodotti del florovivaismo locale della “Strada dei Vivai” sempre nell’ottica di valorizzare le attività del territorio. E, per chiudere, Leroy Merlin, oltre a pagare circa 1 milione di euro di oneri di urbanizzazione, verserà al Comune 167.000 euro a sostegno delle politiche a favore dei negozi di vicinato da destinare al “Distretto del Commercio”. Altri impegni riguardano il fronte ambientale ad esempio con la riduzione della produzione di rifiuti, il recupero delle acque piovane e le sistemazioni a verde.

Bressa

L'assessore al commercio, Antonio Bressa: «Con questa conferenza di servizi e la Convenzione sottoscritta con Leroy Merlin facciamo in modo che l’apertura di questo nuovo importante punto vendita abbia dei benefici diretti anche per il territorio sia sul fronte occupazionale, che su quello economico e sociale. Abbiamo concordato che un significativo numero dei lavoratori che saranno assunti siano del nostro territorio, guardando anche a quelli in cassintegrazione o mobilità, così come ci sono delle garanzie sulla stabilità di questi posti di lavoro. Non meno importante è la parte che riguarda il coinvolgimento delle imprese locali e degli artigiani nella fase di ristrutturazione e allestimento degli spazi dell’ex macello e il sostegno al florovivaismo del territorio. Voglio sottolineare anche il contributo economico per il Distretto del Commercio, che ci permetterà di proseguire nelle attività a favore dei negozi di vicinato e prossimità. Adesso non appena avremo approvato in Giunta Comunale la Convenzione, il settore che si occupa dell’edilizia pubblica potrà dare il via ai lavori che dovrebbero partire entro fine anno»

Colasio

L'assessore all'edilizia monumentale, Andrea Colasio: «Un ringraziamento agli uffici della Regione per il lavoro svolto e la grande collaborazione che ci permette adesso di andare velocemente verso l’apertura dei cantieri. Lo sviluppo di questo progetto consente di recuperare e mettere a disposizione della città un’area da troppi anni abbandonata e degradata e grazie anche agli accordi siglati attraverso la Convenzione riversa importanti benefici su tutta la nostra comunità»

Altra Agricoltura

L'associazione resterà al suo posto, finché non troverà un a nuova sede. Ad annunciarlo l'assessore all'urbanistica Andrea Ragona: «Nella struttura dove si insedierà Leroy Merlin oggi c’è una associazione che da anni fa una attività importante, Altra Agricoltura Nord Est, che dovrà lasciare quegli spazi. Abbiamo concordato con Leroy Merlin che durante i lavori, nei prossimi mesi, l’associazione potrà continuare ad utilizzare gli spazi attuali finchè non troverà una nuova sede. Inoltre come Giunta nello spazio a fianco di Leroy Merlin abbiamo investito delle risorse per uno spazio che diventerà il primo nucleo del Distretto dell’Economia Solidale, il Des. A breve partiranno i lavori che consentiranno a breve di avere questo nuovo e ulteriore spazio di socialità»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A dicembre apre il cantiere di Leroy Merlin all'ex Macello. Obbligato ad assumere 200 padovani

PadovaOggi è in caricamento