rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Attualità

#Ioapro, Luca Scandaletti (Le Sablon) porta i pasticcini in Questura come segno di distensione

«Il fatto che il Questore Isabella Fusiello mi abbia ricevuto nel suo ufficio per un saluto mi ha fatto davvero piacere. Evidentemente tutti hanno capito che l'iniziativa di venerdì non era un atto ostile ma una richiesta di aiuto»

Nella mattinata di lunedì 18 gennaio Luca Scandaletti, esercente che venerdì aveva aperto la pasticceria "Le Sablon" al pubblico, ha portato un cabaret di pasticcini in Questura, come segno di distensione nei confronti degli uomini delle forze dell'ordine che hanno fatto il controllo del locale. 

luca scandaletti questura-2

Pasticcini

Afferma lo stesso Scandaletti: «Ho portato le pastine per i ragazzi della Questura, che venerdì sono venuti a multarmi ed a intimarmi la chiusura del locale fino a giovedì per sottolineare che la mia era una manifestazione di disagio in quanto imprenditore e non un atto ostile contro nessuno. Il fatto che il Questore Isabella Fusiello mi abbia ricevuto nel suo ufficio per un saluto mi ha fatto davvero piacere. Evidentemente tutti hanno capito che l'iniziativa di venerdì non era un atto ostile ma una richiesta di aiuto e spero che verso chi si occupa di ristorazione come me, e che ogni mese paga 21 stipendi. Ho ricevuto tantissimi messaggi di solidarietà e di incoraggiamento: credo che ci siano padri di famiglia che non dormono la notte angosciati da queste chiusure che stanno stremando la nostra economia e che i tantissimi titolari di bar, ristoranti e pasticcerie siano la punta di una montagna di persone che hanno bisogno di un aiuto. Subito. Tutti devono fare il proprio lavoro, e i poliziotti multandomi hanno fatto il loro, ma mi aspetto che si faccia di tutto perchè anche noi possiamo essere messi nelle condizioni di fare il nostro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#Ioapro, Luca Scandaletti (Le Sablon) porta i pasticcini in Questura come segno di distensione

PadovaOggi è in caricamento