Consegne a domicilio e aiuto ai senzatetto: "Per Padova noi ci siamo" è vicino ai cittadini

Il progetto lanciato da Comune, Diocesi e Csv offre servizi e supporto alla cittadinanza nell'emergenza grazie a volontari ed esercenti. Più di cento le consegne eseguite

La locandina del progetto

Una rete di solidarietà che grazie alla tecnologia riesce a dare risposte tempestive alle richieste e ai bisogni dei padovani, il tutto garantendo la massima sicurezza ai tempi dell'epidemia. É il progetto "Per Padova noi ci siamo" lanciato il 14 marzo scorso da Comune, Diocesi e Centro Servizio Volontariato che traccia un primo bilancio delle attività.

Il progetto

L'iniziativa parte dalla creazione di una rete che connette i servizi pubblici comunali, quelli della Caritas diocesana, delle realtà associative e degli esercenti del territorio. Grazie ai 450 volontari che ad oggi hanno dato la propria disponibilità sono stati attivati tre principali canali di servizio: il supporto telefonico, la consegna a domicilio di beni di prima necessità e il sostegno ai senzatetto. Con il progetto si sta concretizzando una delle principali necessità per la quale è nato: coordinare le disponibilità spontanee ad aiutare le persone più fragili.

Come funziona

I cittadini possono mettersi in contatto con il Comune o con il Csv. Palazzo Moroni mette a disposizione il numero dedicato 049.2323009 #chiamacipure (tutti i giorni dalle 9 alle 18), il Centro Servizio Volontariato risponde allo 049.8686849 (interno 1, tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30) o attraverso la mail. Il cittadino può chiamare il numero del Comune che poi passa la richiesta al Csv, il quale contatta il volontario più vicino in grado di dare una risposta con il sostegno richiesto. Per rispondere con la massima sollecitudine è stata realizzata una mappa che in tempo reale indica dove sono i volontari e dove sono gli esercenti in modo da dare risposte immediate. A oggi i volontari sono presenti su Padova, la cintura urbana e parte del territorio provinciale da Monselice a Cittadella. 

I dati

A oggi le chiamate ricevute dal Comune sono state 102, sia per informazioni su come comportarsi senza infrangere le regole, come essere utile, come ricevere a domicilio i farmaci, sia per poter ricevere la spesa a domicilio attraverso la rete dei volontari del Csv; il 9% ha invece chiamato per richiedere l’attivazione di un servizio sociale o con caratteristica di urgenza. Forte l'incremento delle consegne a domicilio effettuate dai volontari con i prodotti richiesti dai cittadini e messi a disposizione da 140 esercenti: le consegne sono state 122, l'80% di generi alimentari e le restanti per articoli sanitari e medicinali.

Senzatetto

Diocesi e Caritas hanno messo a disposizione una struttura gestita dalla cooperativa Città Solare grazie al contributo di Fondazione Cariparo, dove dal 16 marzo oltre 50 persone senza dimora hanno trovato ospitalità. Nella sede è presente un presidio della Croce Rossa e vi si accede dopo una visita medica. Anche le cucine economiche popolari rimangono aperte con nuovi orari: il servizio docce è attivo dalle 8 alle 10 con l'accesso di tre persone per volta, il servizio mensa dalle 11.30 alle 13.30 quando viene consegnato anche il sacchetto da asporto per la cena a tutti gli ospiti che lo richiedano. É inoltre disponibile un presidio della Croce Rossa tutti i giorni dalle 11.30 alle 13.30. Caritas mantiene inoltre attivo il Centro di ascolto al numero 393.8557454 (lunedì dalle 9.30 alle 12, martedì dalle 16 alle 18, mercoledì dalle 9 alle 11 e venerdì dalle 9.30 alle 12). Estende inoltre l'apertura l'asilo notturno di via del Torresino 4 che, per tutta la durata dell'emergenza, garantirà un posto sicuro per 24 ore. Per dare un contributo alle persone più in difficoltà con l'acquisto generi di prima necessità, presidi di protezione per volontari, vitto per i senza dimora, è stata attivata una raccolta fondi su Produzioni dal Basso

Per informazioni consultare www.padovacapitale.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

  • Si schianta con un ultraleggero nella Bassa: morto il pilota 52enne

Torna su
PadovaOggi è in caricamento