Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

Esenzioni e sostegni per le attività economiche, il Comune mette sul piatto 5 milioni di euro

«Il risultato porta all’esenzione totale per tutto il 2021 dell’occupazione di suolo pubblico per i plateatici di bar e ristoranti e per tutte le attività di commercio ambulante»

Il Comune di Padova in campo per la ripartenza delle attività economiche. L’assessore al commercio e alle attività economiche Antonio Bressa spiega: «Con l’approvazione del Decreto Sostegni Bis e la conversione in Legge del Decreto Sostegni abbiamo finalmente un quadro chiaro entro il quale comunicare alle imprese del nostro territorio tutte le esenzioni e gli aiuti per la ripartenza. Non solo con risorse provenienti dallo Stato, sul cui ammontare preciso avremo presto un’indicazione, ma anche grazie all’impegno economico del Comune di Padova che è pronto a garantire le coperture necessarie per tutte le misure di sostegno e rilancio».

Esenzione

Aggiunge Bressa: «Il risultato porta all’esenzione totale per tutto il 2021 dell’occupazione di suolo pubblico per i plateatici di bar e ristoranti e per tutte le attività di commercio ambulante. Poi c’è l’esenzione della prima rata Imu per tutte gli immobili dove si svolge l’attività di aziende beneficiarie del contributo del Decreto Sostegni. Per quanto riguarda la Tar, grazie alla somma delle risorse dello Stato e quelle che metterà il Comune, potremo azzerarne il pagamento, sia della quota fissa che di quella variabile, per tutti i giorni di chiusura delle attività, ridurlo per le attività che hanno ridotto l’intensità di lavoro e prevedere uno sconto automatico per le famiglie più in difficoltà. Tutto direttamente in bolletta senza alcuna procedura a carico del contribuente. Misure che sicuramente aiuteranno i bilanci delle aziende padovane che vanno a sommarsi alle nuove esenzioni introdotte dal Comune con il nuovo Canone Unico, a partire dall’esclusione del pagamento della proiezione sul suolo pubblico di tende e coperture di negozi e bancarelle, la cosiddetta “tassa sull’ombra”. Questi interventi vanno a sommarsi al piano straordinario per i plateatici e al progetto Spazi Aperti per ridefinire lo spazio pubblico e metterlo a disposizione della ripartenza in sicurezza. Poi ci sarà la promozione della città che avverrà attraverso una campagna di eventi e iniziative di rilancio in grado di esaltare Padova, la sua accoglienza turistica e la capacità di attrarre investimenti di qualità, anche passando per il prossimo riconoscimento Unesco. Con il Sindaco infine stiamo lavorando ad ulteriori iniziative di sostegno, dedicate a tutti i soggetti più colpiti dalle conseguenze del Covid. Tutti i nostri sforzi sono infatti dedicati a tamponare le conseguenze prodotte dalla pandemia ma ora soprattutto a mettere nelle condizioni la nostra città di rialzarsi e crescere più forte di prima».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esenzioni e sostegni per le attività economiche, il Comune mette sul piatto 5 milioni di euro

PadovaOggi è in caricamento