Polizia Locale: riprendono i servizi "rinforzati" nei quartieri

Giordani: «Importante organizzare presenza della Polizia Locale anche in quelle località non interessate da particolari problematiche di sicurezza o degrado sociale ed ambientale, per consentire una miglior vivibilità a residenti e commercianti, rafforzando un presidio di tutela e tranquillità»

Nella mattinata di mercoledì 3 giugno, nel rione Guizza si è svolto il primo servizio "rinforzato" di presidio e controllo del territorio organizzato dalla Polizia Locale da quando è venuto meno il "lockdown". Per oltre tre mesi, infatti, gli sforzi del personale di vigilanza sono stati necessariamente indirizzati in via prevalente ai controlli sul rispetto delle misure "anticovid-19", che per lungo tempo hanno determinato tra le varie misure anche il divieto di spostamento dei cittadini dalla propria abitazione tranne che per comprovate esigenze lavorative o di salute, o per altre necessità.

Fase 2

Con l'avvio della "Fase 2", cittadini e veicoli sono tornati a "ripopolare" strade e piazze della nostra città, i parchi sono stati riaperti ed i negozi ed i mercati ospitano tutte le categorie merceologiche. Da qui la necessità di riprogrammare una presenza più numerosa ed incisiva degli agenti nell'ambito di luoghi ed occasioni a forte aggregazione nei diversi quartieri della città. L'intervento si inserisce nella specifica programmazione "a lungo termine" di servizi finalizzati alla sicurezza urbana e stradale già attivata con cadenza almeno settimanale nei mesi antecedenti l'emergenza epidemiologica, e che mira ad incrementare la presenza delle divise con finalità anche rassicurative e di contatto con cittadini e commercianti nei diversi rioni cittadini, secondo un criterio di rotazione.

Specialità

Gli operatori intervenuti nella mattinata di mercoledì, circa una quindicina sotto la direzione di un Funzionario, appartengono alle diverse "specialità" della Polizia Locale: dai motociclisti del Reparto Pronto Intervento, al personale della Polizia di Prossimità, agli agenti con divisa operativa della Squadra Sicurezza Urbana. L'attività, che ha privilegiato il presidio del territorio in forma appiedata con contatti frequenti con cittadini, è stata molto apprezzata dai cittadini che hanno letteralmente interrogato gli agenti presenti per tutta la durata del servizio in merito ai nuovi obblighi e divieti previsti dalla normativa nazionale e regionale di prevenzione dell'infezione COVID-19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco Giordani

Il Sindaco conta molto sull'efficacia di questa modalità operativa: «Ritengo sia importante organizzare la presenza della nostra Polizia Locale anche in quelle località non interessate da particolari problematiche di sicurezza o degrado sociale ed ambientale, per consentire una miglior vivibilità a residenti e commercianti e rafforzando un presidio di tutela e tranquillità. Ritengo anche che questo servizio sia un'ottima occasione  per effettuare segnalazioni agli agenti e fornire suggerimenti per una migliore fruizione del territorio, senza necessità di doversi recare personalmente nei vari uffici dell'Amministrazione. I prossimi servizi in forma congiunta verranno messi in atto nei rioni Arcella, Mortise e Stanga; nei mesi successivi  i controlli verranno estesi in numerose altre località cittadine secondo una programmazione che terrà conto delle esigenze espresse dalla cittadinanza e delle problematiche del territorio». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento