rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
NO VAX

Minacce dei No Vax, il prefetto Grassi rafforza la vigilanza per il sindaco Giordani

Riunione d'urgenza convocata da Grassi: . «Condanno fermamente gli episodi. Il dissenso si deve esprimere nelle forme e nei modi riconosciuti dall’ordinamento e non danneggiando e imbrattando strutture pubbliche. Ho disposto idonee misure sulle strutture interessate dai fatti e nei confronti del sindaco»

Giordani finisce quasi sotto scorta dopo le minacce e le ingiurie dei No Vax. Il prefetto Raffaele Grassi ha presieduto oggi 20 aprile una riunione di coordinamento delle forze di polizia, alla quale hanno partecipato il vicario del questore, il comandante provinciale della guardia di finanza e il vice comandante provinciale dei Carabinieri. La riunione è stata convocata per affrontare gli episodi delittuosi di danneggiamento e di imbrattamento perpetrati ai danni delle sedi dell’Università di Padova, di Azienda Zero e dell’Agenzia delle Entrate, fatti avvenuti la notte passata e in corso di approfondimento da parte dell’Autorità giudiziaria. I responsabili dell’imbrattamento dell’Agenzia delle Entrate sono già stati identificati e denunciati in flagranza di reato e saranno raggiunti dai provvedimenti di allontanamento disposti dal questore di Padova.

Controlli

Il Prefetto ha comunque disposto l’intensificazione delle misure di vigilanza sui luoghi oggetto delle azioni criminose, per scongiurare il ripetersi di eventi analoghi, nonché nei confronti del sindaco Giordani, destinatario di frasi ingiuriose. Saranno quindi rafforzati i passaggi delle forze dell'ordine nei luoghi che frequenta abitualmente e sotto la sua abitazione. «Condanno fermamente gli episodi - dice Grassi - .Il dissenso si deve esprimere nelle forme e nei modi riconosciuti dall’ordinamento e non danneggiando e imbrattando strutture pubbliche. Le forze dell’ordine stanno svolgendo - d’intesa con l’autorità giudiziaria - i necessari approfondimenti investigativi sugli episodi che hanno coinvolto l’Agenzia delle Entrate, l’Università e l’Azienda Zero. Intanto ho disposto, per quanto di mia competenza, idonee misure di vigilanza, a titolo precauzionale, sulle strutture interessate dai fatti delittuosi e nei confronti del sindaco di Padova. Colgo l’occasione per ringraziare l’arma dei carabinieri di Padova per il tempestivo ed efficace intervento che ha portato alla pronta identificazione dei responsabili del danneggiamento dell’agenzia delle Entrate. Auspico che tali gravi eventi restino isolati e non turbino il sensibile equilibrio fra il diritto di manifestare e gli altri diritti costituzionali fin qui mantenuto nella città di Padova».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce dei No Vax, il prefetto Grassi rafforza la vigilanza per il sindaco Giordani

PadovaOggi è in caricamento