Arte, storia e cultura: ecco il vincitore del premio Angelo Ferro per la cultura padovana

Venerdì 2 ottobre alle 17 in aula Niero a Palazzo Bo si terrà un incontro sull'arte e la cultura di Padova, incontro che farà da cornice alla premiazione della seconda edizione del premio intitolato all'imprenditore filantropo

Storia, archeologia e cultura. Tutto in salsa padovana. Sono i temi dell’incontro “Raccontare il territorio: storie di Padova” che si terrà venerdì 2 ottobre alle 17 in aula Nievo, a Palazzo Bo. Una manifestazione che farà da cornica alla premiazione della seconda edizione del Premio Angelo Ferro per la cultura padovana, promosso dalla rivista “Padova e il suo territorio” con la collaborazione dell’associazione Alumni dell’Ateneo patavino e il sostegno della vedova Ferro, Sergia Jessi.

Il vincitore

Vincitore della seconda edizione del premio è il dottor Luca Brusamento con la tesi magistrale in Scienze storiche dal titolo “Il Monte di Pietà di Padova tra il dominio veneziano e la municipalità provvisoria (1793-1797)". Sono state segnalate dalla commissione giudicatrice del premio altre due tesi giudicate di alto profilo per qualità e originalità: quella del dottor Marco Baggio laureato con il professor Giovanni Focardi in Scienze Storiche ("Il VII centenario dell'Università di Padova (1922)") e della dottoressa Sarah Ponte (“Le necropoli di Padova. Clinica pediatrica: le nuove scoperte”) laureata con il professor Andrea Ghiotto in Scienze Archeologiche che faranno rivivere il passato della città di Padova in una sorta di viaggio nella storia, anzi nelle “storie” della nostra città. «L'associazione Alumni è felice di rinnovare con la seconda edizione del premio Angelo Ferro per la cultura padovana la proficua collaborazione con l'associazione “Padova e il suo territorio”, che offre tra l'altro a tutti i nostri iscritti agevolazioni per l'abbonamento all'omonima rivista. Il premio Angelo Ferro per la cultura padovana - dice Andrea Vinelli, presidente associazione Alumni dell’Università degli studi di Padova - è volto a valorizzare il lavoro di alto profilo di una alumna o di un alumno in ambito storico, artistico e culturale del nostro stesso territorio e nello specifico della città di Padova, come è il caso di Luca Brusamento, vincitore di questa seconda edizione con una tesi magistrale sul Monte di Pietà di Padova».

L’incontro

Nel corso dell’incontro verranno ripercorsi luoghi e istituzioni che hanno caratterizzato Padova e il suo passato: il Monte di Pietà, oggi sede di una fondazione bancaria, la necropoli romana e il vasto lavoro di scavi e scoperte archeologiche condotte sotto le mura dell’Ospedale della città e infine l’importante anniversario dell’Università di Padova e il suo contesto storico nel difficile periodo post-bellico. Venerdì 2 ottobre alle ore 17.00 in Aula Nievo dopo i saluti di Antonio Cortellazzo, presidente associazione “Padova e il suo territorio”, Isabella Zotti Minici, consigliera associazione Alumni dell’Università degli Studi di Padova, Gilberto Muraro, presidente Fondazione Cariparo, verrà presentato da Sergia Jessi Ferro, storica dell'arte e pubblicista, il premio “Angelo Ferro”. Anna Soatto, consigliere dell’associazione “Padova e il suo territorio” e segretaria della commissione giudicatrice, illustrerà i lavori della commissione e successivamente verrà proclamato il vincitore. Walter Panciera, docente di Storia moderna al Dipartimento di Scienze storiche geografiche e dell'antichità, introdurrà la discussione con il vincitore e con gli autori delle tesi segnalate in una conversazione moderata da Stefania Mattioli Pesavento, docente di Archeologia romana sempre all’Università di Padova. Concluderà la premiazione Giorgio Ronconi, direttore della rivista “Padova e il suo territorio”. «L’associazione “Padova e il suo territorio” - afferma Antonio Cortellazzo, presidente dell’associazione - è grata alla signora Sergia Jessi Ferro che consente alla nostra rivista di storia, arte e cultura di ricordare e onorare Angelo Ferro, conferendo un premio e illustrando una tesi di laurea magistrale che ha svolto una rigorosa ricerca storica su una benemerita istituzione della Padova del passato. La stessa Padova ove Angelo Ferro ha dedicato, con genialità e passione, il suo impegno nel realizzare iniziative che restano nel patrimonio di civiltà e solidarietà del territorio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il premio

Il premio Angelo Ferro per la cultura padovana, bandito dalla rivista “Padova e il suo territorio” con la collaborazione dell’associazione Alumni dell’Università di Padova è istituito con cadenza annuale su iniziativa di Sergia Jessi Ferro per onorare la memoria del marito, promotore e sostenitore della rivista stessa.  Il premio è riservato a laureati magistrali che abbiano conseguito il titolo presso l’Università degli Studi di Padova e abbiano elaborato una tesi di alto profilo su un argomento riguardante la storia, l’arte e la cultura legate alla città di Padova e al territorio della sua provincia. La commissione del premio è composta da Antonio Cortellazzo, presidente dell’associazione “Padova e il suo territorio”, e i docenti Pierluigi Fantelli, Giordana Mariani Canova, Stefania Pesavento, Antonio Rigon, Emilia Vecchi Rippa Bonati, Mirco Zago, nonché dai curatori prof. Giorgio Ronconi e Avv.ssa Anna Soatto. Sostengono il premio l’associazione Alumni dell’Università di Padova che si occupa da sempre di premiare il lavoro di qualità di studenti e studentesse, nonché di professionisti e professioniste non più studenti. Inoltre, è innegabile il fortissimo legame di mutuo scambio e beneficio fra l'Ateneo e la città di Padova, due realtà distinte ma essenziali l'una all'altra. Il premio intende non solo sostenere alumni e alumnae che eccellano nelle discipline artistiche e umanistiche, ma anche valorizzare il patrimonio culturale del territorio padovano. La rivista “Padova e il suo territorio” si occupa della valorizzazione di storia, arte e cultura di Padova e provincia, e contribuisce con la forte convinzione di premiare proprio quegli alumni che hanno saputo riscoprire e raccontare con il proprio lavoro i tesori artistici e culturali che la città di Padova e il territorio circostante racchiudono e conservano. Il premio è istituito su iniziativa di Sergia Jessi Ferro, onde onorare la memoria del marito Angelo, promotore e sostenitore della rivista stessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento