rotate-mobile
Attualità

Mobilità sostenibile, al via la seconda edizione del premio italiano Cattedra Abertis

Il riconoscimento, istituito da Gruppo Abertis, Fondazione Abertis e A4 Holding, con l’Università degli Studi di Padova e la cui gestione è affidata al Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (ICEA) dell’ateneo patavino, premia i lavori di ricerca più innovativi in materia di mobilità sostenibile

Prende il via la seconda edizione italiana del Premio “Cattedra Abertis”, il riconoscimento istituito da Gruppo Abertis, Fondazione Abertis e A4 Holding, con l’Università degli Studi di Padova e la cui gestione è affidata al Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale (ICEA) dell’ateneo patavino, che premia i lavori di ricerca più innovativi in materia di mobilità sostenibile.

Cattedra Abertis

Il premio, coordinato in Italia dal Prof. Riccardo Rossi, ordinario di Ingegneria dei Trasporti all’Università di Padova, punta a valorizzare tesi di dottorato, lavori o progetti di laurea magistrale a carattere di ricerca o altri studi sviluppati in ambito accademico che vertono su argomenti attinenti al tema della mobilità sostenibile: la gestione sostenibile delle infrastrutture e dei servizi di trasporto, la sicurezza del trasporto, gli effetti economici, sociali e ambientali della mobilità, l’impatto delle nuove tecnologie, la mobilità come servizio, le nuove forme di mobilità, la sostenibilità finanziaria dei progetti infrastrutturali, i miglioramenti nella governance della mobilità. Il Premio è rivolto a tutti gli studenti universitari che nell’anno del bando abbiano completato gli studi post-laurea, di master o di dottorato, in una università italiana. I lavori presentati, di cui lo studente deve essere l’unico autore, devono essere stati discussi o presentati nel corso dell’anno 2022, data che deve comparire nel lavoro di ricerca.

Candidature

Gli interessati possono presentare la propria candidatura entro il 17 aprile 2023 con le modalità indicate nel sito https://www.unipd.it/premi-studio-laureati. Il Premio Abertis per la ricerca sulla mobilità sostenibile avrà una dotazione di 7.000 euro, che saranno distribuiti tra i vincitori delle due categorie: tesi di dottorato (5.000 euro) e altri lavori (2.000 euro). I vincitori del premio italiano concorreranno assieme agli altri vincitori dei singoli premi nazionali dei paesi aderenti al network della Rete Internazionale delle Cattedre Abertis al premio onorario internazionale “Cattedra Abertis” (informazioni complete sul sito https://www.abertischairs.com/) che, per la prima volta, si svolgerà quest’anno in Italia. La Commissione che selezionerà gli elaborati vincitori del premio italiano sarà composta da tre professori dell’Università di Padova e di altre università italiane con una solida esperienza in aree legate alla mobilità sostenibile e da altrettanti manager del Gruppo Abertis, A4 Holding e della Fondazione Abertis, e potrà avvalersi della consulenza di professionisti specializzati nelle tematiche oggetto delle candidature.

Premio

Il Premio Cattedra Abertis è un modello operativo internazionale voluto dal Gruppo Abertis e dalla Fondazione Abertis che dal 2003 hanno dato vita alla Rete internazionale delle Cattedre Abertis e che oggi coinvolge sette Università di altrettanti paesi in cui il Gruppo Abertis è presente: Spagna (UPM-Universidad Politécnica di Madrid), Francia (École des Ponts–ParisTech, Fondation des Ponts  di Parigi), Italia (Università degli Studi di Padova), Porto Rico (Universidad de Puerto Rico di San Juan), Cile: Pontificia Universidad Católica de Chile di Santiago), Brasile (Universidad de Sao Paulo) e Messico (Università Nazionale Autonoma del Messico di Città del Messico). Scopo della Rete internazionale delle Cattedre di mobilità sostenibile è quello di incrementare la connessione fra gli atenei e le imprese e di potenziare la formazione integrale nella gestione della mobilità e dei trasporti, la ricerca, l’innovazione e lo sviluppo nell’ambito della pianificazione (analisi della domanda di mobilità di persone e merci) e dell’esercizio dei sistemi di trasporto terrestri (stradale in particolare), nell’economia dei trasporti (costi di investimento, costi di manutenzione e gestione delle infrastrutture, concessioni, politiche tariffarie), nell’applicazione di nuove tecnologie (ITS), nella sicurezza stradale, il tutto in un’ottica di sostenibilità sociale, economica ed ambientale.

A4Holding

“Per il Gruppo Abertis e per A4 Holding la mobilità sostenibile è un tema prioritario nell’ambito della strategia aziendale e nella politica di investimenti per la gestione delle infrastrutture stradali - commenta Gonzalo Alcalde Rodríguez, Presidente di A4 Holding. Questo riconoscimento rappresenta la volontà del nostro gruppo e della nostra società di valorizzare la creatività e le competenze dei giovani talenti e di attivare un dialogo stretto e sinergico tra impresa e mondo accademico e della ricerca, dalla cui collaborazione possono nascere soluzioni sempre più all’avanguardia per affrontare le sfide tecnologiche ed esplorare le nuove frontiere della mobilità e viabilità autostradale nell’ottica di uno sviluppo sostenibile del territorio e delle comunità in cui le infrastrutture si inseriscono”.

Università di Padova

«Il Premio, giunto alla sua seconda edizione in Italia, costituisce un’importante occasione di confronto tra accademia e operatori del settore della mobilità e dei trasporti in cui giovani studentesse e studenti hanno l’opportunità di proporre i risultati delle proprie esperienze di ricerca con l’obiettivo di alimentare e consolidare, con idee innovative, le conoscenze nel settore dei trasporti e nei settori socio-economici ad esso interconnessi– aggiunge il Professor Riccardo Rossi, ordinario di Ingegneria dei Trasporti all’Università di Padova». Il bando per partecipare al Premio Cattedra Abertis e maggiori informazioni sono disponibili sul sito https://www.unipd.it/premi-studio-laureati e richiedibili direttamente alla segreteria del Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale via mail al seguente indirizzo di posta elettronica cattedra_abertis@dicea.unipd.it, riportando nell'oggetto della mail la dicitura “Bando di concorso per l’assegnazione del Premio Cattedra Abertis”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità sostenibile, al via la seconda edizione del premio italiano Cattedra Abertis

PadovaOggi è in caricamento