menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Presidente Zaia: «I dati confortano. Studenti positivi, stop a classi intere in quarantena»

I numeri dei report di mercoledì 3 febbraio indicano un calo continuo della curva epidemiologica in Veneto: «L'incidenza in Veneto è sempre inferiore alla media nazionale»

Dalla sede della protezione civile regionale di Marghera, nuovi aggiornamenti sull'emergenza Covid-19 in Veneto sono stati forniti dalle 12.30 di oggi, 3 febbraio, dal presidente Luca Zaia e dall'assessore alla sanità Manuela Lanzarin e dal direttore dell'unità di prevenzione e sanità pubblica della Regione Veneto Michele Mongillo.

Numeri

I numeri dei report di mercoledì 3 febbraio indicano un calo continuo della curva epidemiologica in Veneto: «L'incidenza in Veneto è sempre inferiore alla media nazionale - ha commentato il presidente della Regione annunciando - venerdi non dovrebbe essere un problema la conferma del colore giallo, ma oggi si introduce un altro parametro ed è più facile passare di zona. Ripeto che ora non è una sfida per le zone, ma quello per la responsabilità dei cittadini».

«Studenti positivi, stop a classi intere in quarantena»

«Venerdì 5 febbraio la dottoressa Russo presenterà il nuovo Piano di sanità pubblica per le scuole del Veneto - ha annunciato il presidente - Da lunedì prossimo, quindi, se in una sezione verrà trovato un positivo, vengano fatti tamponi ai compagni senza però mettere in isolamento tutta la classe. Il Veneto non ha un indice Rt da zona arancione, bisogna stare attenti però agli altri fattori per scongiurare un nuovo passaggio di zona. Il dottor Rigoli ha ultimato la sperimentazione sui tamponi fai da te e la documentazione sarà inviata a Roma per la validazione nelle prossime ore». In conclusione un commento sulla crisi di Governo: «Nessuno mette in discussione l'autorevolezza del professor Draghi a livello internazionale. Bisogna vedere però se accetterà o meno l'incarico. Saranno fondamentali fiducia e progettualità. Bisogna capire cosa vorrà fare Draghi. Tutto dipende da cosa dirà alle varie forze politiche». Sui vaccini è intervenuta l'assessore Lanzarin: «Il Veneto sta completando il primo giro di vaccinazioni. L'Ulss 2 dal 15 febbraio inizierà a vaccinare i nati nel 1941. Le prime lettere sono state spedite proprio in queste ore. I 75enne saranno vaccinati dopo tutti gli Over 80, non si farà più la vaccinazione parallela». «In Italia il 14% delle vaccinazioni è stato fatto a chi non ne aveva titolo. Se questo dato verrà confermato la notizia è davvero grave. In Veneto il tasso è del 9% ma si tratta di vaccini fatti a 20enni che però lavorano negli ospedali» ha concluso il Presidente.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento