Mercoledì, 19 Maggio 2021
Attualità

Processionaria, sanzione e denuncia per chi non disinfesta: la linea dura del Comune

Nei giorni scorsi, con un’ordinanza del vicesindaco Eric Pasqualon, si è intimato a un privato di intervenire entro tre giorni dalla notifica del provvedimento al trattamento o abbattimento delle piante infestate dalla malattia comunemente nota come “Processionaria del pino” per tutelare la salute pubblica

Linea dura del Comune per contrastare la diffusione della processionaria del pino (Thaumetopea Pityocampa): nei giorni scorsi, con un’ordinanza del vicesindaco Eric Pasqualon, si è intimato a un privato di intervenire entro tre giorni dalla notifica del provvedimento al trattamento o abbattimento delle piante infestate dalla malattia comunemente nota come “Processionaria del pino” per tutelare la salute pubblica. In caso di inadempienza è prevista una sanzione e la segnalazione all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale.

Processionaria

Spiega Pasqualon: «Il Comune si attiva ogni anno per eliminare nelle aree pubbliche le infestazioni, che diventano di anno in anno sempre più gravi e pericolose e che creano rischi non solo in aree circoscritte. I bruchi di processionaria del pino possono provocare gravi reazioni allergiche e infiammatorie negli animali e nell’uomo (irritazioni cutanee ed oculari, eritemi alle mucose e alle vie respiratorie) e tali manifestazioni possono verificarsi anche senza il contatto con il corpo dei bruchi, in quanto i loro peli urticanti possono staccarsi ed essere trasportati dal vento. Inoltre, tale infezione parassitaria mina la salute delle piante e se non curata porta ad uno stato di irrecuperabilità dell'esemplare o la sua morte; Ecco perché è importante che anche i privati si preoccupino di disinfestare le aree di loro pertinenza». In questi giorni i nidi si stanno schiudendo e gli agenti della Polizia locale hanno intensificato i controlli, soprattutto nei centri urbani. Aggiunge Iside Cervato, assessore alla polizia locale: «Abbiamo verificato che i bruchi hanno invaso la pista ciclopedonale di viale Europa e quindi siamo subito corsi ai ripari emettendo l’ordinanza nei confronti del privato. Mi auguro che la minaccia di sanzioni ma anche di un procedimento di natura penale porti ad un rapido intervento e che serva da monito a tutta la cittadinanza a non sottovalutare un fenomeno che può creare pericolo per la salute di tutti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processionaria, sanzione e denuncia per chi non disinfesta: la linea dura del Comune

PadovaOggi è in caricamento