Attualità Albignasego

Record di ore di servizio per la Protezione Civile con 4500 ore: «Patrimonio della comunità»

Circa 850 ore dedicate alla raccolta straordinaria di generi di prima necessità per l’emergenza Ucraina, altre 220 ore per la spesa sospesa e 1400 dedicate alle attività di manutenzione

Circa 850 ore dedicate alla raccolta straordinaria di generi di prima necessità per l’emergenza Ucraina, altre 220 ore impiegate per la Spesa Sospesa – Albignasego Aiuta, la raccolta solidale di generi alimentari per donare un pranzo di Natale alle famiglie del territorio in difficoltà, 1400 ore dedicate alle attività di manutenzione: questi solo alcuni dei numeri che fotografano la significativa attività svolta nel corso del 2022 dal Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Albignasego, presentati in occasione della recente assemblea.

Numeri

L’impegno del gruppo, che riunisce 50 volontari, è stato premiato di recente anche da un contributo regionale di 13mila euro che sarà destinato all’acquisto di divise e altre dotazioni. All’attività in ambito sociale si è affiancata anche nel 2022 la gestione delle emergenze nel territorio, che ha visto impegnati i volontari per 75 ore,oltre all’attività formativa nelle scuole, per un totale di 30 ore. Ben 520 le ore “donate” la scorsa estate per il servizio di sorveglianza anti-incendio boschivo, attivo tutti i weekend nei mesi di luglio e agosto nell’area dei Colli Euganei.

I volontari

I volontari che prestano servizio sono spesso chiamati a intervenire in contesti complessi che chiedono competenze specifiche e sono per questo impegnati in diversi corsi di formazione per un totale di 630 ore nel 2022, cui si sono affiancate 460 ore dedicate all’addestramento e 30 ore dedicate all’approfondimento del nuovo piano comunale di emergenza. L’impegno complessivo dei volontari ha raggiunto complessivamente le 4500 ore in un anno.

Sindaco Giacinti

«Un servizio preziosissimo – spiega il Sindaco Filippo Giacinti – che rappresenta un patrimonio per tutta la nostra comunità». Nel corso del 2022 il Comune ha destinato alla Protezione civile 12600 euro, mentre altri 10600 euro sono stati assegnati attraverso contributi della Regione Veneto. «Siamo molto orgogliosi di questa realtà. Si tratta di un gruppo coeso – spiega il consigliere delegato Daniele Maran – composto da persone di diverse età, uomini e donne, fra loro anche ragazzi giovani: è bello osservare come all’interno del gruppo ognuno abbia trovato un proprio ruolo e collocazione. Grazie anche alla formazione il livello delle competenze, la professionalità e la qualità del servizio stanno crescendo di anno in anno. Un’eccellenza che va mantenuta viva: come amministrazione continueremo a investire nel sostegno ai volontari della Protezione Civile, cui va il nostro ringraziamento per tutta l’attività profusa a favore del territorio»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Record di ore di servizio per la Protezione Civile con 4500 ore: «Patrimonio della comunità»
PadovaOggi è in caricamento