Carmignano: la protezione civile a scuola, in corso la decima edizione del progetto giovani

Nelle lezioni teoriche verrà presentato il Gruppo di Carmignano di Brenta e si parlerà dell’attività di volontariato in ambito di Protezione civile

È in corso la decima edizione del Progetto Giovani promosso dal Gruppo di protezione civile di Carmignano di Brenta in collaborazione con l’Amministrazione comunale e con l’Istituto Comprensivo Ugo Foscolo. «Anche in questo anno scolastico il progetto, iniziato a dicembre e attivo fino ad aprile, ha lo scopo di far conoscere ai ragazzi delle scuole medie i principi e le modalità operative dei volontari di Protezione Civile – spiega l’Assessore Andrea Bombonati – Si articola in tre giornate, due teoriche e una pratica, durante le quali una sessantina di alunni di seconda media saranno introdotti alle principali tecniche d’intervento e potranno poi sperimentare la simulazione di un’emergenza utilizzando assieme ai volontari del gruppo comunale le attrezzature in dotazione».

Le lezioni

Nelle lezioni teoriche verrà presentato il Gruppo di Carmignano di Brenta e si parlerà dell’attività di volontariato in ambito di Protezione civile. Quindi, la formazione di base insieme ai volontari di Carmignano, che apre alla possibilità di partecipare a esercitazioni al di fuori dell’orario scolastico. «L’obiettivo è quello di offrire alcuni stimoli ad impegnarsi in prima persona e a provocare curiosità, nella speranza che i ragazzi possano coltivare l’idea di diventare in futuro volontari – spiega Bombonati – Un percorso che vede il suo compimento con l’appuntamento annuale con i neo diciottenni, che, oltre alla Costituzione ricevono dal Comune l’invito a entrare nel vario mondo del Volontariato al raggiungimento della maggiore età». «Uno stimolo per i nostri ragazzi – commenta il Sindaco Alessandro Bolis – non solo ad avvicinarsi al loro territorio con cura e amore, ma anche un modo per vivere in prima persona la realtà del mondo del volontariato che nelle sue diverse articolazioni si prende cura del prossimo e del territorio. Con l’augurio che crescano i piccoli volontari di domani».

Quindici volontari

Il gruppo di Protezione Civile di Carmignano di Brenta si compone di una quindicina di volontari che, grazie alla formazione continua, sono in grado di intervenire efficacemente in tutta l’Italia a supporto degli altri organi ufficiali di Protezione Civile. Prestano aiuto a chi si trova in difficoltà a causa di una emergenza, mettendo volontariamente e gratuitamente a disposizione il proprio tempo, le proprie conoscenze e capacità. Molti gli interventi effettuati: il supporto in occasione del terremoto in Friuli Venezia Giulia del 1976, e i successivi in Abruzzo, Emilia e Centro Italia; in occasione di alluvioni, tra cui quelle del 2007 e del 2010 del Veneto, ma anche nel 1999 l’aiuto alle popolazioni nel corso della Guerra dei Balcani in Kossovo. Tra i più recenti, nel 2019 l’intervento per l’evacuazione della popolazione per la messa in sicurezza di un ordigno bellico a Carmignano, e il monitoraggio del fiume Brenta, nel 2018 e alla fine del 2019. “Il gruppo collabora con il Comune non solo in situazioni di grave emergenza, ma anche in diverse altre occasioni – conclude Bombonati – Penso per esempio al supporto dei Volontari in occasione della caduta di un grosso ramo in viale Europa nel novembre scorso o al contributo per lo spargimento di sale sui marciapiedi e in aree dove non possono intervenire le macchine spargisale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento