rotate-mobile
Attualità Piazze / Sotto Il Salone

Un doppio gesto di grande solidarietà: il Consorzio Sotto il Salone devolve oltre 6.000 euro

Il Consorzio Sotto il Salone ha consegnato domenica 15 dicembre un assegno di 4.000 euro a una famiglia di Amatrice e uno da 2.200 euro all'associazione "L'Isola che C'è"

Linda e Miriam, rispettivamente 8 e 4 anni, sono rapite dalle luci di Natale. Si divertono di gusto insieme ai genitori Stefano e Monia. Sorridono tutti, ed è un piacere per gli occhi e per il cuore. Perché testimoniano tutta la gioia per un gesto da applausi: il Consorzio Sotto il Salone ha consegnato domenica 15 dicembre un assegno di 4.000 euro a una famiglia di Amatrice duramente colpita dal terremoto del 2016.

Amatrice

Una donazione resa possibile grazie all'iniziativa dello stesso Consorzio, che lo scorso 16 ottobre ha organizzato una "Cena per Amatrice" svoltasi proprio Sotto il Salone e che ha visto all'opera Andrea Valentinetti di "Radici" e Luca Scandaletti de "Le Sablon", i quali hanno deliziato i circa 300 commensali accorsi per gustarsi le loro creazioni, accompagnate dai vini del Consorzio dei Colli Euganei.

Assegno Salone 2-2

L'isola che c'è

Ma non è l'unico assegno consegnato: grazie ai due eventi tenutisi al Teatro Verdi (aperitivo con i prodotti dei negozianti aderenti al Consorzio Sotto il Salone in occasione dello spettacolo di Geppi Cucciari) e in piazza dei Frutti con "I frutti del Tango", infatti, il Consorzio ha raccolto 2.200 euro che ha interamente devoluto a "L'Isola che C'è", associazione che si occupa di bambini con problematiche di dolore e inguaribilità e delle loro famiglie sostenendo le attività del Centro Regionale per le cure palliative e terapia del dolore pediatrico Hospice Pediatrico di Padova. In questo caso l'assegno è stato consegnato nelle mani del vicepresidente Fabio Meneghetti. Commenta così Paolo Martin, presidente del Consorzio Sotto il Salone: «Siamo orgogliosi di poter aiutare la famiglia di Amatrice e l'Isola che C'è donando loro direttamente i soldi raccolti, che così finiscono direttamente e con certezza nelle loro tasche senza intermediari».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un doppio gesto di grande solidarietà: il Consorzio Sotto il Salone devolve oltre 6.000 euro

PadovaOggi è in caricamento