«Aiutaci a dare un calcio alle malattie pediatriche»: l'iniziativa della Città della Speranza

Con una donazione si potranno ricevere la "Maglietta della Rinascita" o un pallone da calcio: il via all'iniziativa durante la conferenza stampa del Governatore Luca Zaia

L'assessore Lanzarin e il Governatore Zaia con il pallone da calcio e la "Maglietta della Rinascita"

"Vesti la Ricerca e aiutaci a dare un calcio alle malattie che colpiscono i bambini": questo lo slogan scelto dalla Fondazione Città della Speranza per la sua nuova iniziativa. Perché le malattie oncoematologiche non sono andate in quarantena a causa del Covid-19, bensì hanno costretto bambini e ragazzi - che già prima della pandemia stavano lottando - a seguire precauzioni ancora più stringenti.  «»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maglia e pallone

Di qui l’importanza di non abbassare mai la guardia sulla ricerca pediatrica. E a tal fine Fondazione Città della Speranza rilancia l’invito al sostegno con una doppia proposta: una donazione di 18 euro, grazie alla quale si può ricevere direttamente a casa la "Maglietta della Rinascita", oppure una donazione di 15 euro che permetterà, invece, di ricevere un bellissimo pallone logato. L’iniziativa è resa possibile grazie al sostegno dell’azienda “Tuo Team” di Villaverla. I primissimi pezzi sono stati consegnati nella mattinata di venerdì 15 maggio al Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, nel consueto punto stampa a Marghera, così come all’assessore al sociale e alla sanità Manuela Lanzarin e all’assessore alla protezione civile Gianpaolo Bottacin. La maglietta raffigura l’Italia e i valori che stanno dimostrando gli italiani in questa fase di ripartenza dall’emergenza sanitaria da Covid-19, come la determinazione, l’innovazione, la creatività, la famiglia, la passione e la resilienza. Un rimboccarsi le maniche, per la verità, che si è visto sin dai primi giorni in cui il virus ha cominciato a manifestarsi e che caratterizza anche Città della Speranza nel far sì che anche tutti i piccoli pazienti con gravi patologie possano rinascere. L’obiettivo della raccolta fondi è quello di sostenere il lavoro di un ricercatore per un anno all’interno dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, il più grande polo di ricerca europeo in questo ambito. Tuttavia, più donazioni arriveranno, più grande potrà essere l’impegno di Fondazione Città della Speranza. Per fare la propria donazione e ricevere i gadget, visitare il sito www.cittadellasperanza.org. Per maggiori informazioni contattare lo 0445 602972.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento