Raccolti 35mila euro grazie al concerto di Madame per il Vimm

Si esibirà questa sera in un evento esclusivo. L'artista vicentina, qualche mese fa, è finita sotto inchiesta per una brutta storia di falsi green pass per la quale è stato anche aperto un procedimento. Vicenda di cui non ha voluto rispondere

La scelta di coinvolgere la giovane pop star Madame, grazie ai promotori dell'evento, ha permesso di raccogliere in un solo appuntamento ben 35mila euro per il VIMM. Promotori, la Pegoraro S.r.l. e la Posrche, che hanno fatto questo regalo alla Fondazione Ricerca Biomedica Avanzata VIMM. Madame terrà un concerto proprio questa sera, venerdì 12 maggio. Una settimana particolare per la Fondazione, che ha da poco cambiato l'assetto. Dopo anni sotto la guida del Professor Pagani, questa settimana è stata nominata Giustina Destro. 

Non per rompere l'atmosfera di idilio che si è venuta a creare tra tutte le componenti coinvolte in questa operazione benefica, presenti all'incontro con la stampa il direttore della Fondazione, Paolo Marizza, il professor Fabrizio Vianello e Massimo Pegoraro, oltre a Madame, ma abbiamo cercato di comprendere se ci fosse una qualche contraddizione nella scelta della pop star per finanziare il centro di ricerca. 

L'artista vicentina, qualche mese fa, è finita sotto inchiesta per una brutta storia di falsi green pass per la quale è stato anche aperto un procedimento. Madame non ha voluto rispondere alla domanda sulla vicenda, trincerandosi dietro l'impossibilità di parlare dell'argomento, visto che dal punto di vista giudiziario la questione è tutt'altro che chiusa. E' stata comunque decisamente disponibile durante tutta la conferenza stampa di presentazione di questo speciale evento. «Non dovrei neppure io essere quella intervistata, visto quanto di importante si fa qui. Bisognerebbe farle ai tanti ricercatori che ci sono qui, le domande», ha detto a un certo punto. Mai come oggi, ma in fondo è sempre stato così, i personaggi pubblici sono chiamati ad avere sempre una opinione su tutto e parlare più di altro che di quella che è la loro attività principale. Una condizione che deve scontare anche lei: «E' vero, ho delle responsabilità. Sto facendo un percorso ma so che più andrò avanti e più me ne dovrò assumere». 

Madame e il prof Marizza al VIMM

Video popolari

PadovaOggi è in caricamento