Residenza per Anziani Botton: il sindaco regala una rosa per la Festa della Mamma

«Madri che non potranno festeggiare coi figli– spiega Alessandro Bolis – e che voglio celebrare offrendo loro una rosa rossa che consegnerò al direttore di struttura Paola Merlin»

Lontane dai loro cari e, soprattutto dai figli: sono le mamme ospiti della Residenza Botton Fondazione OIC Onlus di Carmignano di Brenta, che da molte settimane non possono avere contatti diretti con i loro cari, a tutela della loro salute. «Madri che non potranno festeggiare insieme ai loro figli la Festa della Mamma domenica 10 maggio – spiega il Sindaco Alessandro Bolis – e che voglio celebrare offrendo loro un pensiero gentile: una rosa rossa che consegnerò al direttore di struttura Paola Merlin».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La residenza

Il sindaco, che ha acquistato i fiori con fondi personali, li consegnerà, accompagnato dalla giunta, nella mattinata di sabato. «Attualmente nella residenza non si registrano e non si sono registrati casi di Covid 19 e gli ospiti stanno tutti bene – spiega il Sindaco - Questo anche grazie alla dottoressa Merlin, direttore di struttura, che ringrazio per l’ottimo lavoro». Costruito nei primi anni Settanta e ampliato negli anni 2000, l’OIC Residenza Botton Fondazione OIC Onlus si trova al centro del paese circondato da un ampio giardino, proprio per facilitare agli Ospiti il mantenimento dei legami di relazione. La Residenza accoglie 120 persone non autosufficienti, in ambienti familiari e ampi spazi riservati alla vita di relazione. Le visite in tempi normali non sono sottoposte a orari e le famiglie possono partecipare alle molte attività quotidiane, che coinvolgono anche le scuole e i bambini del territorio. Al momento la struttura ha incentivato l’utilizzo dei device per mantenere i contatti degli ospiti con le famiglie e attivato il nuovo servizio "C’è Posta per te” per far pervenire messaggi, video, fotografie inviati dai loro cari, in modo da farli sentire vicini in questo momento così complicato. «Le persone che vogliono inviare gli auguri alle loro care mamme possono approfittare del servizio inviando una mail a cb.educatore@oiconlus.it entro venerdì 8 maggio– conclude Bolis – Verranno stampati e consegnati domenica alle mamme insieme alle rose».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento