Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità

Ora come allora: restaurata "Resistenza e Liberazione", opera di Jannis Kounellis al Bo

Negli ultimi mesi l’opera di Jannis Kounellis, grazie alla Fondazione Alberto Peruzzo, è stata oggetto di un accurato intervento di manutenzione straordinaria nel rispetto delle intenzioni dell’artista nella sua esecuzione

L’opera “Resistenza e Liberazione” di Jannis Kounellis, commissionata nel 1994 durante il rettorato di Gilberto Muraro e inaugurata il 29 maggio del 1995, fu fortemente voluta dall’Università di Padova con lo scopo di ricordare le vicende eroiche di tre professori dell’Ateneo patavino protagonisti della Resistenza partigiana come recita la piccola lapide postavi accanto «alla fede civile e all’azione di Concetto Marchesi, Egidio Meneghetti, Ezio Franceschini e di quanti nell’Università seppero unire diversi ideali e culture in concorde lotta di popolo per riconquistare all’Italia la libertà».

Restauro

Un’opera altamente simbolica in linea con la tradizione dell’Ateneo che nel 1945, unico in Italia, fu insignito la Medaglia d’Oro al Valore Militare per il ruolo avuto nella Resistenza. Per lo stesso artista l’installazione site-specific nel Cortile Nuovo di Palazzo Bo, sede dell’Università di Padova, ha rappresentato una tappa importante della propria carriera. Negli ultimi mesi l’opera di Jannis Kounellis, grazie alla Fondazione Alberto Peruzzo, è stata oggetto di un accurato intervento di manutenzione straordinaria nel rispetto delle intenzioni dell’artista nella sua esecuzione.

Jannis Kounellis - Resistenza e Liberazione - fotografia di Marco Furio Magliani - 2021 A-2

"Resistenza e Liberazione"

L’intervento di restauro è stato realizzato con il sostegno della Fondazione Alberto Peruzzo, la consulenza della Archivio Kounellis e ad opera di Valentina Piovan. Le operazioni di intervento di manutenzione straordinaria sull’opera “Resistenza e liberazione”, eseguite dalla restauratrice Valentina Piovan, sono state pensate valutando le intenzioni dell’artista nella sua esecuzione. Si è dovuto preliminarmente considerare il degrado dell’opera come intenzionale, voluto dall’artista, quindi come “tecnica esecutiva”. Considerare, quindi, il degrado naturale legato alla formazione di fenomeni che dipendono dalle caratteristiche costitutive del legno e del metallo, la formazione di alterazioni causate da organismi biodeteriogeni o come degrado causato da danni e atti vandalici. Sono state svolte, quindi, operazioni di rimozione di depositi incoerenti; di controllo dell’adesione dei residui di colore e preparazione delle superfici lignee; di fissaggio del colore quando necessario con tecniche non invasive; di disinfezione e disinfestazione con biocidi a solvente adeguati, preliminarmente testati. È stata inoltre eseguita una mappatura per catalogare gli elementi impiegati, con indicazione del posizionamento, misura, stato compositivo della specie lignea utilizzata (tecnica esecutiva), del livello del degrado in atto, per tenere monitorata l’opera nel tempo.

Jannis Kounellis - Resistenza e Liberazione - fotografia di Marco Furio Magliani - 2021 F-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ora come allora: restaurata "Resistenza e Liberazione", opera di Jannis Kounellis al Bo

PadovaOggi è in caricamento