menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cavalcaferrovia di Abano Terme

Il cavalcaferrovia di Abano Terme

Lavori quasi ultimati: riapre il cavalcaferrovia di Abano Terme

Sarà riaperto da sabato 20 giugno il cavalcaferrovia lungo la Sp 2 “Romana Aponense” di Abano Terme, rimasto chiuso da tempo per i lavori di ristrutturazione, messa in sicurezza e adeguamento sismico

Sarà riaperto da sabato 20 giugno il cavalcaferrovia lungo la Sp 2 “Romana Aponense” di Abano Terme, rimasto chiuso da tempo per i lavori di ristrutturazione, messa in sicurezza e adeguamento sismico.

Riapertura

Mancano solamente alcune opere di completamento, ma il traffico potrà comunque tornare ad attraversare agevolmente il ponte di via Giusti. Afferma Fabio Bui, presidente della Provincia di Padova: «Si tratta di un nodo viario che, nonostante l’apertura della direttissima per Abano, resta ancora molto utilizzato dal traffico locale perché dalle Terme si arriva al quartiere Mandria di Padova. I lavori hanno subito un rallentamento dovuto principalmente all’emergenza sanitaria e, in parte, alla necessità di limitare gli interventi in orari notturni e durante finestre temporali decise da Rfi per la gestione del passaggio dei treni. Parliamo della linea ferroviaria Padova - Bologna, dunque non è stata cosa da poco. Ciò che conta ora è che un altro cantiere fondamentale per l’economia e la viabilità del nostro territorio sta per essere concluso con un investimento di 700mila euro messi a bilancio dalla Provincia». I lavori hanno avuto l’obiettivo di arrestare il degrado delle strutture, mettere in sicurezza la campata del sovrappasso ferroviario che, a causa dell’età, presentava rischi nella sicurezza per il transito veicolare e di distacchi con caduta di porzioni di calcestruzzo dei copriferro, ma anche installare le barriere laterali aggiornate secondo le recenti normative di sicurezza. Oltre a tali provvedimenti, inoltre, tutto l’impalcato è stato reso antisismico dando inoltre corso anche alle prescrizioni di Rfi che hanno previsto la realizzazione di sistemi capaci di trattenere la struttura in caso di rottura degli appoggi. Aggiunge Marcello Bano, vicepresidente della Provincia di Padova: «Le prove di carico e il collaudo statico sono state fatte, ci saranno però ancora alcune settimane di parziale disagio perché c’è qualche opera complementare da finire, dunque il traffico in alcuni giorni sarà a senso unico alternato con presenza di semaforo. Appena terminati anche questi ultimi lavori lo inaugureremo»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento