Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

Riccardo Schvarcz è il nuovo Presidente dell’Ordine Ingegneri Padova

«Il mio mandato privilegerà ogni azione per accrescere l’importanza del ruolo dell’Ingegnere nella nostra società, in termini sociali, tecnico-economici e ambientali»

Riccardo Schvarcz, libero professionista già Consigliere dell’Ordine e Presidente uscente della Fondazione Ingegneri Padova, è il nuovo Presidente alla guida degli ingegneri padovani. L’elezione, avvenuta ieri lunedì 20 settembre, in occasione della seduta di insediamento del Consiglio dell’Ordine, ha affidato anche le cariche di Segretario ad Eleonora Capparotto, di Tesoriere a Mauro Tortorelli e di Vicepresidente a Valentina Chignoli e Tiziano Viero.

La squadra

La squadra del Consiglio per il quadriennio 2021/2025, risulta composta dai seguenti professionisti: Boaretto Laura, Bonfà Fabio, Bove Alessandro, Capparotto Eleonora, Chignoli Valentina, De Angeli Daniela, Fusaro Maria Elena, Ghiraldelli Marco, Greggio Matteo, Perrone Francesca, Schvarcz Riccardo, Selmin Alice, Tortorelli Mauro, Tretti Fabio e Viero Tiziano.

Il presidente

Schvarcz, 54 anni, Ingegnere civile e titolare dello studio che porta il suo nome di Architettura e Ingegneria civile e industriale con sede a Padova, succede all’Ing. Massimo Coccato che ha guidato l’Ordine dal 2018. Laureatosi a soli 23 anni, il nuovo Presidente ha competenze specifiche nella progettazione e direzione lavori nel settore civile, industriale ed infrastrutture e specialista Envision®SP (Envision Sustainability Professional), primo sistema di rating nella realizzazione di infrastrutture sostenibili.

Schvarcz

«Questa nomina rappresenta – dichiara Schvarcz – un punto di partenza e di continuità con il lavoro svolto e da coloro che mi hanno preceduto. Diversi sono i target che il Consiglio si è prefissato e con perseveranza e coesione mirerà a raggiungere nel prossimo quadriennio rinnovando gli obiettivi per continuare ad alzare il livello qualitativo. La Mission del nuovo Consiglio dell’Ordine è quella di dare valore aggiunto alla professionalità dell’ingegnere, migliorando la rete e la comunicazione interna ed esterna, tra i nostri colleghi iscritti e professionisti in altre discipline, portando al centro dell’attenzione pubblica l’importanza della nostra professione, attraverso un lavoro di squadra con il tessuto imprenditoriale, industriale e dei costruttori. Abbiamo deciso di offrire un programma semplice e chiaro, le cui attività possano essere misurabili ed i cui risultati saranno comunicati con tempestività e trasparenza offrendo un servizio in cui tutti gli iscritti possano sentirsi rappresentati».

Il programma

Le attività che il Consiglio intende sviluppare sotto la guida di Schvarcz si riassumono in 4 punti principali:

- Potenziamento dei servizi agli iscritti attraverso la valutazione dei bisogni e il rinnovamento dei servizi agli iscritti (es: day office); introduzione di nuovi (tutoring, supporto all’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, sorveglianza del mercato della professione, ecc.) con particolare riferimento alle esigenze degli iscritti del secondo e terzo settore; sviluppo di relazioni con Enti pubblici e privati per il miglioramento dell’attività formativa; avviare gruppi di lavoro con finalità precise, facilitare tra i nostri colleghi la costruzione di reti professionali e non.

-Rafforzamento del ruolo centrale dell’Ordine di Padova all’interno del Veneto: valorizzazione della figura dell’ingegnere attraverso iniziative su canali social e altri strumenti di comunicazione; promozione di eventi di interesse aperti non solo agli ingegneri, volti a facilitare l’incontro tra la categoria e la popolazione; potenziare l’attività dell’Ordine nei confronti degli Enti pubblici e privati, dell’Università ed aziende di interesse per la categoria.

- Potenziamento del ruolo dell’Ordine di Padova all’interno del panorama Nazionale: valorizzare Padova attraverso eventi di grande prestigio; sostenere la figura dell’ingegnere del secondo e terzo settore attraverso attività promozionali, culturali, trasversali, incentrate sulla necessità di riconoscerne il ruolo e la peculiarità operativa.

- Miglioramento del Sistema di gestione interno: ottimizzazione dei processi interni allo scopo di accrescere la qualità dei servizi e ottimizzare le attività svolte; rinnovamento e modernizzazione degli spazi dell’Ordine per poter soddisfare le mutate necessità degli iscritti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riccardo Schvarcz è il nuovo Presidente dell’Ordine Ingegneri Padova

PadovaOggi è in caricamento