Attualità

I ricercatori dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare "in ritiro" per una due giorni di scienza

Alla fine delle due giornate di evento, una Commissione selezionata individuerà le migliori tre presentazioni dei gruppi di ricerca, assegnando la borsa annuale di 6mila euro

Due giorni di presentazioni e confronto tra i ricercatori dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare (VIMM), con il fine ultimo di presentare lo stato ei risultati dei progetti di ricerca. É con questa finalità che i ricercatori del VIMM si ritroveranno venerdì 7 e sabato 8 febbraio per un vero e proprio ‘ritiro’ di due giorni in un albergo del territorio, per condividere idee spunti e suggerimenti al fine di sviluppare collaborazioni scientifiche virtuose tra le varie anime della ricerca portata avanti dall’Istituto.

150 ricercatori

Braccio operativo della Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata Onlus, il VIMM ospita oggi ben 150 ricercatori provenienti da tutto il mondo, impegnati quotidianamente nella lotta alle principali malattie del nostro tempo, cometumori, diabete, malattie cardiovascolari e muscolari. Le tematiche che saranno approfondite al ‘VIMM Retreat’sono cinque: la tecnologia per la medicina, i meccanismi di base delle malattie, immunologia e dermatologia, i meccanismi e le conseguenze pato-fisiologiche del cancro, la biologia molecolare, cellulare e dei sistemi dei tessuti.

Mondo della ricerca

Oltre ai ricercatori del VIMM, saranno presenti illustri esponenti del mondo della ricerca scientifica, provenienti dall’Italia e dall’estero, come IainMattaj, scienziato britannico, ora Direttore dello Human Technopole a Milano, SadafShadan,senior editor dell’area riservata alla biologia cellulare e vegetale della rivista scientifica Nature, e Sandra Zatti, Program Manager di Fondazione Telethon.Proprio Fondazione Telethon stafinanziando quattro progetti di ricercadeiprincipalinvestigator del VIMM (Luca Scorrano, Maria Pennuto, Claudia Lodovichi e Massimo Zeviani). Importanteanche il contributo delle aziende sponsor dell’edizione numero 18 come AlfaTest, EuroClone, PeproTech, Promega Italia, VodenMedical Instruments e Carl Zeiss, che illustreranno le ultime novità tecnologhiche proposte al mondo della ricerca. Alla fine delle due giornate di evento, una Commissione selezionata individuerà le migliori tre presentazioni dei gruppi di ricerca, assegnando la borsa annuale di 6mila euro del Premio Manzin a tre giovani ricercatori VIMM.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ricercatori dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare "in ritiro" per una due giorni di scienza

PadovaOggi è in caricamento