17.000 persone coinvolte: raccolta dei rifiuti porta a porta anche nella zona Ovest dell'Arcella

A partire dal primo novembre ben 9mila utenze delle parrocchie Santissima Trinità, San Filippo Neri, San Bellino e Gesù Buon Pastore saranno interessate dal servizio

La raccolta differenziata porta a porta arriva anche all'Arcella

«Una nuova sfida per la città». La definisce così, l'assessore Chiara Gallani. Perché si tratta decisamente dello "step" più massiccio dall'inizio del servizio: dal primo novembre gli oltre 17mila abitanti della zona Ovest dell’Arcella passeranno al sistema di raccolta rifiuti porta a porta.

La zona

La zona relativa alle parrocchie Santissima Trinità, San Filippo Neri, San Bellino e Gesù Buon Pastore si uniformerà alla forma di raccolta già attiva da diversi anni nelle altre zone del territorio: con l’avvento del “porta a porta” anche all’Arcella il servizio di raccolta rifiuti domiciliare arriverà a raggiungere ben 120mila cittadini, ovvero più della metà degli abitanti del Comune.

Rifiuti mappa Arcella-2

Raccolta differenziata

Scompariranno dunque gli attuali contenitori stradali a favore di 5 bidoni di dimensioni più ridotte, che saranno consegnati a ogni nucleo familiare (in caso di abitazioni singole), condominio o attività economica: uno per il vetro, uno per gli imballaggi di plastica e lattine, uno per carta e cartone, uno per l’umido organico e uno per il secco non riciclabile. Ogni giorno della settimana, secondo un calendario che sarà distribuito a ogni utente, sarà attiva la raccolta di un solo materiale (ad esempio, carta e cartone ogni lunedì). I cittadini, pertanto, saranno chiamati a esporre su suolo pubblico il contenitore corretto nel giorno corretto, all’orario richiesto. Da metà settembre gli operatori AcegasApsAmga cominceranno a consegnare a ogni utenza o condominio, la propria dotazione di contenitori. E anche se la data di avvio del servizio non è proprio dietro l’angolo, Amministrazione Comunale e AcegasApsAmga hanno già messo in campo un fitto programma di sensibilizzazione e comunicazione ai cittadini, in particolar modo verso quelli residenti nei tanti condomìni della zona. L’introduzione del porta a porta, oltre a comportare alcuni cambiamenti di abitudini per i cittadini, nelle abitazioni comuni renderà necessarie alcune attività connesse alla gestione dei contenitori stessi, che è bene programmare per tempo. Nelle scorse settimane sono già stati coinvolti gli amministratori condominiali ed è partita una campagna informativa specifica, realizzata in versione multilingue, con volantinaggio e affissioni negli androni dei palazzi interessati. Inoltre sarà immediatamente veicolato tramite web e social un simpatico video per sensibilizzare ulteriormente gli abitanti dei condomini e ricordare l’importanza di attivarsi da subito insieme al proprio amministratore condominiale per arrivare preparati alla novità.

Campagna di informazione

Ricco, dunque, il piano di comunicazione che verrà adottato per coinvolgere tutti i cittadini interessati dal nuovo sistema. Tra le diverse azioni, il nuovo servizio sarà annunciato nelle prossime settimane anche grazie a “News – al servizio della città”, il periodico di informazione di AcegasApsAmga in distribuzione gratuita nelle cassette delle lettere dei padovani, a partire dai primi di luglio. Da fine agosto, partirà la comunicazione massiva con la consegna door-to-door alle circa 9.000 utenze coinvolte (fra nuclei familiari ed esercizi commerciali), del kit informativo che introduce all’evoluzione del servizio. Il kit includerà anche la programmazione delle assemblee pubbliche e degli info-point, organizzati nelle zone di maggior frequentazione dell’area. In particolare, gli incontri pubblici vedranno un potenziamento, con ben sei incontri programmati a partire dai primi di settembre. Data la particolarità dell’area, sarà prevista anche una specifica attività di supporto con interpreti e mediatori culturali per aiutare le famiglie straniere a familiarizzare con il nuovo servizio. Per accompagnare la distribuzione del kit e sensibilizzare ulteriormente i residenti rispetto alla novità, sarà attivata una specifica campagna pubblicitaria visibile su pensiline e cartelloni pubblicitari della zona. Inoltre, da metà settembre, sarà attivata una specifica azione di ingaggio presso le principali scuole d’infanzia e primarie della zona, per sensibilizzare ed educare alla nuova modalità di raccolta rifiuti. A partire da metà settembre, avverrà la consegna dei 5 contenitori per la raccolta differenziata, corredati dal calendario di raccolta e da una guida di dettaglio, redatta anche in versione multilingue, sul corretto conferimento di ogni singolo rifiuto. Dalle prossime settimane, sul sito di AcegasApsAmga, nella sezione Ambiente Padova, saranno progressivamente rese disponibili on-line, in un’area dedicata alla raccolta differenziata porta a porta, tutte le informazioni utili ai cittadini.

Raccolta differenziata in qualità e quantità

L’obiettivo dell’estensione della raccolta porta a porta è duplice. Da un lato incrementare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata in città, attualmente al 55%. In secondo luogo, migliorare la qualità di tale raccolta. Infatti, la prossimità garantita dal porta a porta induce generalmente il cittadino a una maggiore attenzione rispetto alle tipologie di rifiuti introdotti nei diversi contenitori, limitando sensibilmente gli errori nei conferimenti. Si tratta di un impegno che AcegasApsAmga cerca di valorizzare il più possibile, dal momento che a Padova la percentuale di rifiuto raccolto effettivamente destinata a recupero è pari al 95%, come rendicontato in dettaglio nel rapporto annuale “Sulle tracce dei rifiuti”, pubblicato a dicembre 2018.

Collaborazione tra Comune di Padova, AcegasApsAmga e Conai

A seguito del protocollo d’intesa sottoscritto tra Amministrazione Comunale, AcegasApsAmga e Consorzio Conai nell’ambito del potenziamento della raccolta differenziata, le parti stanno portando avanti uno studio rivolto ad analizzare la progressiva estensione al territorio comunale del sistema di raccolta rifiuti porta a porta.

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Dal melanoma alla gravidanza: la testimonianza di Teresa, fanatica della tintarella

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Ferragosto, fuochi in Prato, musei aperti, feste e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Si schianta contro un platano a 300 metri da casa: muore un centauro di 28 anni

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Spaventoso incidente al semaforo: tre feriti, due sono bambini. Auto distrutte

Torna su
PadovaOggi è in caricamento