rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Attualità Due Carrare

Valvitalia, Rifondazione: «La crisi viene sempre pagata dai lavoratori, basta»

Il partito ha espresso la propria solidarietà ai lavoratori coinvolti nella crisi aziendale: la proprietà vuole chiudere il sito di Due Carrare

Il partito di Rifondazione comunista ha espresso la propria solidarietà alle lavoratrici ed ai lavoratori Valvitalia di Due Carrare, che hanno proclamato lo stato di agitazione contro la decisione dell’azienda di chiudere il sito produttivo trasferendo la produzione ed i lavoratori in provincia di Pavia.

La solidarietà

«L’unica soluzione che i padroni trovano è ancora e sempre quella di far pagare la crisi ai lavoratori, ed anche in presenza di contributi pubblici nessuna garanzia vi è per l’occupazione ed i diritti dei lavoratori - commentano da Rifondazione - Questa logica deve essere rovesciata, non solo per il caso Valvitalia. È necessario impostare un ragionamento su ciò che si deve produrre, quanto si deve produrre e dove si deve produrre che tenga conto degli interessi della comunità e dei lavoratori prima delle esigenze del profitto privato. L’intervento pubblico, dai finanziamenti della Cassa depositi e prestiti all’intero Pnrr, deve essere vincolato alla salvaguardia dell’occupazione, della sicurezza e dei diritti dei lavoratori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valvitalia, Rifondazione: «La crisi viene sempre pagata dai lavoratori, basta»

PadovaOggi è in caricamento