rotate-mobile
Attualità

Freddo anomalo, il Comune fa riaccendere il riscaldamento

Senza necessità di alcuna ordinanza sindacale sarà permesso riaccendere gli impianti per 7 ore al giorno

Nella giornata di oggi, lunedì 22 aprile, la minima registrata è di 5 gradi, la massima di 10. Non esattamente il clima che ci si aspetterebbe in questo periodo. Il freddo anomalo di questi giorni ha così portato il Comune a comunicare alla cittadinanza che sarà possibile accendere il riscaldamento di casa. «Date le temperature particolarmente rigide registrate oggi e previste nei prossimi giorni, in riferimento all'accensione degli impianti termici è bene ricordare che, come previsto dall'art. 4 comma 3 del D.P.R. n. 74/2013, al di fuori del periodo annuale di esercizio degli impianti termici (15 ottobre - 15 aprile) in presenza di situazioni climatiche che lo giustifichino, è possibile l'attivazione degli impianti per una durata giornaliera fino a metà delle ore consentite in via ordinaria (14) e quindi per massimo sette ore giornaliere», fanno sapere dal Comune.

Si ricorda che in presenza di impianti accesi, fino al 30 aprile 2024 resta valido anche quanto previsto dall'Ordinanza del Sindaco n. 45 del 29/09/2023, la quale stabilisce che, con il livello di allerta verde per il PM10, la temperatura massima negli ambienti riscaldati non deve superare:  i 19 gradi (con tolleranza di 2° C) negli edifici adibiti a: abitazioni, uffici, attività ricreative, attività commerciali, attività sportive e attività scolastiche; i 17 gradi (con tolleranza di 2° C) negli edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali. Al momento non si registra quindi la necessità di predisporre un’apposita ordinanza del Sindaco, che sarebbe altresì d’obbligo per consentire l'accensione per più di sette ore al giorno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Freddo anomalo, il Comune fa riaccendere il riscaldamento

PadovaOggi è in caricamento