Tutti insieme appassionatamente: il raduno degli atleti paralimpici di Obiettivo3

Gli atleti paralimipici di Obiettivo3 si sono ritrovati nel tradizionale campus organizzato al centro Oic del quartiere Mandria

Gli atleti paralimipici di Obiettivo3 si sono ritrovati nel tradizionale campus organizzato al centro Oic del quartiere Mandria. All’incontro
erano presenti Pierino Dainese, direttore sportivo e Vincenzo Gottardo vicepresidente della Provincia di Padova.

Raduno

Afferma Vincenzo Gottardo: «È la prima volta che gli atleti di Obiettivo3 si ritrovano tutti assieme dopo l’incidente di Alex Zanardi. Si tratta del raduno tradizionale che dura sino a domenica 6 settembre che servirà, oltre che a cementare un gruppo già molto unito, anche ad
accogliere nuovi aspiranti atleti paralimpici e per fare il punto sulla nuova stagione. Quest’anno abbiamo messo a disposizione anche alcuni volontari della Protezione Civile con 2 mezzi, uno di apertura e l'altro di chiusura corsa, per assicurare agli atleti maggiore sicurezza sulle strade. Sono atleti che nello sport ritrovano una motivazione formidabile, l’energia per reagire, l’occasione di socializzazione, di incontro, sorriso ed amicizia, nonostante la fatica e l’impegno per gli allenamenti. La stessa passione ed energia insegnate da Alex Zanardi, ora ci auguriamo possano sostenerlo per affrontare una delle gare più difficili». A un anno esatto dall’inizio delle Paralimpiadi di Tokyo, gli atleti sono ora proiettati all’avvio della stagione 2021, quando si rimetteranno in moto i motori e si andrà a caccia degli ultimi biglietti disponibili per i giochi giapponesi. Ma questo è solo uno dei tanti aspetti che caratterizzano Obiettivo3, il progetto fondato nel 2017 da Alex Zanardi, per reclutare, avviare e sostenere persone disabili all’attività sportiva. Il reclutamento, infatti, continua e saranno accolte tutte le persone disabili che vorranno candidarsi, facendo provare i mezzi per l’avviamento alle varie discipline, in particolar modo paraciclismo e paratriathlon. «Avevamo bisogno di ritrovarci tutti assieme, faccia a faccia», spiega il direttore sportivo di Obiettivo3, Pierino Dainese. «Vogliamo dare un segnale a tutti gli atleti, il segnale che il progetto continua ed è pronto ad abbracciare nuove reclute. Speriamo che la nostra forza possa servire ad Alex e che luistesso sia orgoglioso di quanto stiamo facendo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Obiettivo 3

Obiettivo3 è un progetto ideato da Alex Zanardi, che mira a reclutare, avviare e sostenere persone disabili all’attività sportiva. Gli atleti, ai quali viene affidata l’attrezzatura in comodato d’uso gratuito, entrando nella comunità, oltre alla guida competente dei coach, trovano nei loro compagni punti di riferimento importanti per coltivare questa passione. Nei suoi primi tre anni di attività Obiettivo3 ha reclutato più di 70 atleti, che hanno già partecipato a decine di manifestazioni nazionali e internazionali, raggiungendo risultati notevoli. Tutto questo è reso possibile grazie ad aziende e persone che hanno sposato la causa del progetto, in primis Fondazione Vodafone Italia, main partner di Obiettivo3. Quindi gli sponsor: Airoldi Metalli, Bmw Italia, Castelli Sportful, Cetilar®, Consorzio per la tutela del formaggio Grana Padano, Enervit, Garmin, Kask, Rio Mare. Tra i sostenitori principali Allianz Partners, Credit-Ras Assicurazioni, Fondazione Amplifon, Venice Marathon e Brunello Bike - Ciacci Piccolomini d’Aragona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giordani: «Mia figlia vive un momento delicato, per alcuni giorni mi asterrò da qualsiasi attività pubblica»

  • Il Giro d'Italia arriva a Monselice: strade chiuse dalle 12.30, dodici i comuni interessati

  • Grave incidente sul lavoro al centro raccolta rifiuti di via Montà: morto un operaio

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e nel Veneto

  • Coronavirus, Zaia: «La situazione di oggi è sopportabile, quella di domani non lo so»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento