Roberto Marcato e il monologo sui veneti di Pennacchi a La 7: «Rompe lo schema stereotipato, ma sul lavoro non sono d'accordo»

«Voglio bene a Pennacchi, Andrea è uno che ama il Veneto, esattamente come me, come noi. E’ chiaro che ha la visione del “sinistrorso impenitente”, però i suoi pezzi fanno sempre sia divertire che riflettere»

Soprattutto sui social, il monologo di Andrea Pennacchi sta facendo molto discutere. Naturalmente tanti anche i commenti dei militanti della Lega. Per lo più, ma non è una statistica che può avere un valore, sono commenti critici, ma non mancano invece gli apprezzamenti. Uno che certo che non ha valutato negativamente il pezzo dell’attore padovano a Propaganda Live, il programma in onda su La 7 condotto da Diego Bianchi e Makkox, è l’assessore allo sviluppo economico della Regione Veneto, Roberto Marcato.

Veneto

Lo contattiamo che è a Milano, sta per prendere parte al direttivo nazionale della Lega, del quale fa parte. Domenica 15 c'è l'appuntamento di Pontida, un momento importante per la Lega:  «Voglio bene a Pennacchi, Andrea è uno che ama il Veneto, esattamente come me, come noi. E’ chiaro che ha la visione del “sinistrorso impenitente”, però i suoi pezzi fanno sempre sia divertire che riflettere. È giusto che l’artista faccia emergere le contraddizioni, lui è bravissimo in questo. La satira, soprattutto quando ha questa qualità, fa bene alla democrazia».

Bene e male

Cosa le è piaciuto del mononologo? «La lettura del veneto non accogliente e razzista è intollerabile, una grande “puttanata”. Pennacchi ogni volta, lo ha fatto anche questa volta, fa capire che chi racconta di un Veneto solo, per di più razzista e chiuso, fa un grande errore. Poi cosa vuol dire, i veneti. Andrea ne esalta i lati anche contradditori, caricandoli evidentemente, come fa un artista. Lui ha giocato con la caricatura, partendo dallo stereotipo più comune, per poi spiazzare tutti». E una cosa che non le è piaciuta del monologo? «Il tema del lavoro è importante. Però non bisogna dimenticare che il Veneto continua ad essere ad oggi col più basso tasso di disoccupazione d’Italia ed è una regione dove il Pil cresce. E’ sempre una locomotiva, altro che carro allegorico».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto a Maserà: muore insegnante di religione del Pietro d'Abano

  • Tragico incidente sulla Sr 308, morti il 19enne alla guida dell'auto e il camionista

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • «Il suo reparto è in lutto con noi tutti»: infarto fatale per Elena, 39enne infermiera padovana

  • Mister Italia 2020: un 27enne di San Martino di Lupari vola in finale

  • Giro d'Italia 2020: nuova data per la tappa di Monselice, inserita l'ascesa al Roccolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento