Scontri in piazza, il Sap punta il dito: «Sindaco e questore pensino meno ad apparire»

Il Sindacato Autonomo di Polizia interviene in merito ai disordini di venerdì sera e alla bagarre politico-istituzionale. E non mancano le richieste per la sicurezza degli agenti

Gli agenti schierati durante il corteo femminista dello scorso 9 marzo

Ferma la posizione del sindacato nel condannare le polemiche sterili, valorizzando invece l'operato dei poliziotti e procedendo con specifiche richieste nei confronti del vertice della questura.

Errori da ambo i lati

In una nota ufficiale il Sap (che a Padova rappresenta circa 500 poliziotti) definisce «inutili», «sterili» e «dannose» le polemiche emerse dopo venerdì sera, quando in via Oberdan si è registrato uno scontro tra i reparti delle forze dell'ordine e i militanti dei collettivi di sinistra, scesi in piazza per protestare contro il contemporaneo corteo di Forza Nuova autorizzato dalla questura. Al centro delle critiche, come delle cronache, il botta e risposta tra l'amministrazione comunale nella persona del sindaco Giordani e il questore Paolo Fassari. «La politica non può e non deve minare la serenità di chi deve garantire la sicurezza» afferma il sindacato.

Agenti ineccepibili, centri sociali pericolosi

Ineccepibile, per Sap, il comportamento tenuto dagli agenti schierati in piazza. «Oltre 150 poliziotti del II Reparto mobile hanno evitato il peggio con la massima professionalità. L'intervento nei confronti del corteo non autorizzato è stato tecnicamente perfetto» si legge nella nota. Dura la critica nei confronti degli attivisti dei centri sociali e del sindaco che, nei mesi scorsi, aveva consesso loro una sala comunale per una conferenza stampa (contro i fogli di via da Padova nei confronti di sette attivisti ndr). Concessioni pericolose a chi mette a rischio la sicurezza della città e dei poliziotti, per il sindacato: «É inaccettabile, e lo è anche che il questore perda tempo in inutili battibecchi con l'amministrazione».

Richieste precise

Dopo il ferimento di un agente che avrebbe rimediato la frattura di un polso nel corso degli scontri, il Sap porta una serie di specifiche richieste al questore. In primis la dotazione delle body cam sulle divise, particolari telecamere per riprendere e individuare i responsabili di atti violenti. A gran voce vengono anche chiesti nuovi agenti per la squadra volanti, i poliziotti di quartiere, il commissariato Stanga e il posto di polizia in ospedale rimasto con soli tre agenti. «Ma abbiamo capito come per il questore non sia una priorità» conclude Sap «Ci auguriamo in futuro maggiore collaborazione tra le istituzioni e meno kermesse politiche: a Padova non servono personaggi che guardano alla visibilità mediatica prima che alle proprie responsabilità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

  • Fermati dalla polizia mentre acquistano cocaina. L'amara sorpresa, sono due agenti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento