menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esterno dell'istituto Falcone e Borsellino in via Vecellio

L'esterno dell'istituto Falcone e Borsellino in via Vecellio

Riscaldamento in tilt nelle scuole di Cadoneghe: una task force per il ripristino

Ad andare in blocco sono state le caldaie della scuola primaria Boschetti Alberti, della Galileo Galilei e della Falcone e Borsellino, fresca di inaugurazione della nuova mensa

Restare al freddo in pieno inverno è spiacevole per tutti. Quando a fare le bizze sono gli impianti di riscaldamento di una scuola risolvere il problema è ancor più urgente, figuriamoci quando le scuole in questione sono tre.

Guasti risolti in poche ore

É l'incredibile e sfortunata coincidenza con cui ha dovuto fare i conti il Comune di Cadoneghe, che negli ultimi giorni ha dovuto risolvere la situazione in tre istituti. Problemi isolati e non prevedibili, oltre che prontamente risolti, come rende noto l'amministrazione comunale che dirama la relazione degli interventi. Immediata la chiamata alla ditta che gestisce gli impianti, che ha riparato i guasti tra il 21 e il 22 gennaio stilando un resoconto dettagliato per capirne l'origine. Grazie alle verifiche, si è scoperto che in tutti i casi si è trattato di disguidi e malfunzionamenti che rientrano nel normale ciclo vitale degli impianti.

Istituti Galilei e Falcone e Borsellino

L’intervento si è svolto alle 7.30 di lunedì 21 gennaio quando i tecnici hanno riscontrato che le caldaie erano andate in blocco per alta pressione, causata dal malfunzionamento di un vaso d’espansione. Si è provveduto immediatamente alla riparazione e alla rimessa in funzione della centrale termica. Contemporaneamente è stato controllato l'impianto del Falcone e Borsellino, dove però le caldaie erano già riaccese e ripartite regolarmente.

Istituto Boschetti Alberti

Più delicata la situazione al Boschetti, dove il problema derivava da un malfunzionamento del sistema di telecontrollo. In sostanza la centrale termica funzionava normalmente ma si è attivata solo alle 7 e non prima come previsto. Nonostante il problema sia stato risolto il 21 gennaio, una settimana dopo c'è stato un nuovo blocco dovuto a un guasto a un vaso d'espansione che ha comportato il blocco per motivi di sicurezza. Il pezzo danneggiato è stato prontamente sostituito e la situazione è tornata alla normalità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento