Per aiutare le persone con disabilità: 50 nuovi volontari grazie al Servizio Civile Universale

l’Ulss 6 Euganea offrirà a circa cinquanta ragazze e ragazzi di età compresa tra i 18 e i 28 anni la possibilità di spendersi per la comunità e per il territorio, impegnandosi nell’area della disabilità

È finalizzato a sviluppare, nelle giovani generazioni, azioni di cittadinanza attiva secondo i principi costituzionali di solidarietà, contribuendo alla formazione civica, sociale, culturale e professionale di ciascuno, a beneficio della comunità. Parliamo del Servizio Civile Universale: l’Ulss 6 Euganea, che ha presentato istanza di accreditamento al Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, offrirà a circa cinquanta ragazze e ragazzi di età compresa tra i 18 e i 28 anni la possibilità di spendersi per la comunità e per il territorio, impegnandosi nell’area della disabilità.

Servizio Civile Universale

Il servizio svolto - su base volontaria previa specifica formazione di oltre cento ore - andrà a sostegno delle persone con handicap in qualità di supporto organizzativo, affiancamento agli operatori negli enti di accoglienza e nella scuola, aiuto nella realizzazione di tirocini formativi, attività ludico-ricreative e soggiorni estivi. L’attività degli aderenti al Servizio Civile Universale (richiesta l’adesione a un bando di prossima pubblicazione) durerà 12 mesi per un monte ore complessivo di 1.145 ore, all’incirca 25 ore settimanali dal lunedì al venerdì. Commenta Domenico Scibetta, direttore generale dell'Ulss 6 Euganea: «Il Servizio Civile Universale rappresenta un’importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale per i giovani, che sono una indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese. Da parte nostra accoglierli e impiegarli a sostegno degli interventi resi alle persone con disabilità è un’occasione preziosa di vicinanza e aiuto ai più fragili, che contribuisce a creare reti solidali di partecipazione attiva».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ulss 6 Euganea

E la solidarietà “istituzionalizzata” è una sensibilità che in Euganea parte da lontano. Il Servizio civile nasce nel 1972 come diritto all’obiezione di coscienza al servizio militare. È quindi alternativo alla leva e in quanto tale obbligatorio. Quasi trent’anni dopo, con la legge n.64/2001, viene istituito il Servizio civile nazionale su base volontaria, aperto anche alle donne. Nel 2005 viene sospeso il servizio di leva obbligatorio, mentre prosegue il percorso di crescita del Servizio civile su base volontaria. Nel 2017 il Servizio civile da nazionale diventa universale, con l’obiettivo di renderlo un’esperienza aperta a tutti i giovani che desiderano farla. L’Ulss 6 Euganea, nello specifico il Distretto Padova Sud, conta l’esperienza trentennale nei progetti di servizio civile a partire dal 1985 con il servizio volontario alternativo che prevedeva gli obiettori di coscienza e dal 2005 con i progetti di Servizio Civile Nazionale e Regionale. Ad oggi sono stati attivati una ventina di progetti, con il coinvolgimento di un centinaio di volontari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I familiari non riescono a contattarla: 55enne rinvenuta cadavere in casa

  • Boschi in fiamme sui Colli: nuovi focolai sul monte Solone, tornano in volo gli elicotteri

  • Grigliata, musica e festa nonostante i divieti: intervengono le forze dell'ordine in via Trieste

  • 60enne padovano attraversa l'Italia in camion nonostante la positività al Coronavirus

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: calano i ricoveri e aumentano i guariti

  • Coronavirus, Zaia: «Firmata una nuova ordinanza regionale con ulteriori restrizioni»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento