Inquinamento, quinto giorno consecutivo di sforamento a Padova e provincia

Il dato più elevato è stato registrato martedì 10 dicembre dalla centralina di viale dell'Internato Ignoto con 76 µg/m3. Bertin: «Il blocco dei mezzi privati fino agli Euro 4 è un danno enorme per il commercio»

Siamo lontani dai valori di fine febbraio, quando il Pm10 superò di ben tre volte il limite consentito. Ma la realtà parla comunque chiaro: con lunedì 9 dicembre sono ben cinque i giorni consecutivi in cui tutte le otto centraline Arpav di Padova e provincia hanno fatto registrare valori superiori a 50 µg/m3

Dati

Il dato più elevato è stato registrato martedì 10 dicembre dalla centralina di viale dell'Internato Ignoto con 76 µg/m3: stando così le cose, si andrà verso la conferma del semaforo arancione anche da giovedì 12 a lunedì 16 dicembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Patrizio Bertin

Questo il commento di Patrizio Bertin, presidente di Ascom Confcommercio Padova: «Nessuno mette in discussione l’importanza dell’ambiente, ma cerchiamo anche di non farci del male da soli. Il blocco dei mezzi privati fino agli Euro 4 è un danno enorme per il commercio del quale, sinceramente, non sentivamo il bisogno. Indipendentemente da questo, direi che comunque il danno è già stato fatto perchè ciò che viene percepito all’esterno è che Padova sia una città difficile da approcciare e, come avviene per la Ztl, di fronte all’incertezza, il consumatore che viene da fuori, rinuncia. Checchè qualcuno obietti che non è vero, la responsabilità delle auto nei confronti dell’inquinamento non raggiunge il 15% per cui continuo a ritenere, così come avviene per l’avversione verso i parcheggi, ex Prandina in primis, che l’obiettivo non sia la salute dei cittadini ma la crociata contro l’auto in quanto tale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento