Attualità

Sempre oltre il limite, ma più bassi: la situazione dei valori Pm10 a Padova e provincia

Dopo i record negativi fatti segnare mercoledì primo gennaio scendono i valori di Pm10 registrati dalle centraline Arpav pur restando sopra il limite dei 50 µg/m3

Meglio. Ma non abbastanza: scendono - dopo i record negativi fatti segnare mercoledì primo gennaio - i valori di Pm10 registrati dalle centraline Arpav nella giornata di giovedì 2 gennaio.

I dati

In realtà uno sale: si tratta di quello della centralina del Parco Colli Euganei, che da 52 µg/m3 passa a 56 µg/m3. Ma è comunque il più basso: il triste record spetta sempre alla stazione di rilevamento di viale Internato Ignoto a Padova con 83 µg/m3, pur sempre inferiore rispetto ai 129 µg/m3 del primo giorno dell'anno. Medesimo "iter" anche per le altre centraline: quella di via Carli passa da 128 µg/m3 a 67 µg/m3, quella dell'Arcella da 125 µg/m3 a 70 µg/m3, quella della Mandria dai 121 µg/m3 a 75 µg/m3 e quella di Granze da 117 µg/m3 a 77 µg/m3. Chiudono il cerchio le centraline di Monselice ed Este, rispettivamente con 78 µg/m3 e 66 µg/m3 dopo aver fatto registrare 85 µg/m3  e 88 µg/m3 il primo gennaio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sempre oltre il limite, ma più bassi: la situazione dei valori Pm10 a Padova e provincia

PadovaOggi è in caricamento