rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità

Padova sempre più inquinata, già superato il limite annuale di ozono nell'aria

Legambiente: «Serve riorganizzare la mobilità e aumentare il verde che invece a Padova scarseggia»

Già sforato il limite annuale di ozono nell'aria. Superati i 25 giorni previsti dalla legge per la protezione della salute umana dall’ozono, che è di 120 microgrammi per metro cubo d'aria. Oggi 6 luglio è stato registrato dalla a stazione di rilevamento Arpav della Mandria il 26esimo sorpasso.

Sempre superato da 17 anni

Dal 2004 (cioè da quando l’Arpav fornisce i dati sul limite per la protezione umana), Padova ha sempre superato la soglia annuale. Nel 2021 quindi la città del Santo Padova è ancora una volta fuorilegge per l’ozono, entrando così nel diciottesimo anno consecutivo di illegalità.

L'ozono

L’ozono è il contraltare estivo dell'inquinamento da Pm10 dei mesi più freddi. Pm10 che a Padova ha già superato il limite massimo annuale di 35 giorni di sforamenti. Le condizioni meteo estive invece disperdono il Pm10 ma favoriscono l’accumulo dell’Ozono.

Mobilità

«Serve riorganizzare la mobilità. A partire dagli interventi più semplici ed economici: favorire le bici e diffondere la micro mobilità elettrica, rivedere la politica della sosta potenziando i parcheggi scambiatori, avviare la bicipolitana. Mentre aspettiamo le nuove linee tranviarie va potenziato il servizio degli autobus rendendoli più frequenti» evidenzia Lucio Passi, responsabile delle politiche antismog di Legambiente Padova. «anche se l’ozono non si combatte solo con la mobilità sostenibile. Bisogna mantenere ed aumentare il verde, che invece a Padova scarseggia, insieme agli alberi: 22 ogni 100 abitanti, cosa che ci colloca al ventesimo posto tra i capoluoghi italiani (dati 2018). Verde ed alberi sono fondamentali per calmierare l’ozono. Utilissime sono quindi le aree verdi nelle zone urbane e periurbane che fungono da depuratori naturali. E questa funzione può assolverla l'area dell’ex Caserma Prandina trasformata a in parco, quella del Basso Isonzo, e il più vasto progetto del parco agro paesaggistico periurbano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padova sempre più inquinata, già superato il limite annuale di ozono nell'aria

PadovaOggi è in caricamento