rotate-mobile
Attualità Cittadella

Con la grinta di Mattia Cattapan le moto entrano a Pediatria per i piccoli pazienti

"Sorrisi in corsia" è l'iniziativa organizzata dal pilota 28enne e dalla sua CrossAbili per donare una giornata di spensieratezza ai bambini ricoverati a Cittadella

Mercoledì 6 febbraio al reparto di pediatria dell'ospedale di Cittadella arriva "Sorrisi in corsia", in collaborazione con l'associazione CrossAbili.

Il paluso del sindaco

«É un onore ospitare un'iniziativa così lodevole che andrà a coinvolgere un reparto tanto importante» sottolinea il sindaco Luca Pierobon «Un ringraziamento al direttore generale della Ulss 6 Euganea Domenico Scibetta, per aver appoggiato la proposta e aperto le porte del nostro ospedale a questi bikers speciali. All'associazione CrossAbili e a tutti i volontari va il nostro plauso per l'organizzazione e la partecipazione a un'iniziativa per sconfiggere la tristezza con un sorriso, infondendo nei piccoli pazienti un coraggio da veri supereroi».

Programma

L’evento permetterà ai bambini del reparto pediatrico di vivere un'esperienza emozionante, ricca di attività e colpi di scena. Il ritrovo iniziale, previsto per le 9, vedrà un gruppo di motociclisti impegnati in un giro delle mura in sfilata per raggiungere il parcheggio dell’ospedale per un saluto a tutti i ricoverati. Una volta saliti in reparto, i piloti professionisti si dedicheranno ai bambini ricoverati facendo un giro delle corsie con le moto elettriche e dando la possibilità anche ai bambini di salire, rompendo la routine ospedaliera. "Le fiabe dei motociclisti" donerà delle postazioni gioco al reparto pediatrico. Oltre alle moto saranno disponibili anche delle carrozzine elettriche condotte da piloti con paraplegia, per dimostrare che tutti possono divertirsi e far divertire, oltrepassando i confini della disabilità mettendosi a disposizione degli altri, dedicando il proprio tempo. Nel pomeriggio ci si sposta a villa Imperiale di Galliera Veneta con la cooperativa Fratres.

Il coraggio e la grinta di Mattia

CrossAbili si impegna e fa da portavoce ai meno fortunati, raccoglie fondi e fornisce servizi di informazione per chi, fuori dall’ambiente ospedaliero, si trova ad affrontare la quotidianità. Lo fa attraverso la persona del 28enne Mattia Cattapan, rimasto vittima di un incidente nel 2013 partecipando a una gara di enduro e rimanendo paraplegico in seguito a una profonda lesione alle vertebre. Grazie alla sua grande passione per i motori affronta sport estremi come down hill, weelchair free style e inizia a correre con il cart-cross, un mezzo adattato alle sue nuove esigenze che gli permette di raggiungere il podio in competizione con normodotati nel campionato Uisp autocross. Grazie al suo grande entusiasmo e determinazione capisce che può e deve coinvolgere e aiutare gli altri mostrando ed accompagnando nella nuova situazione in cui si ritrovano una volta “usciti” dall’ospedale. In tre anni di attività Mattia Cattapan prima e CrossAbili poi (avvio ufficiale 2018) è già una realtà che mette in contatto centinaia di diversamente abili, attraverso l’organizzazione, la collaborazione e la promozione di eventi finalizzati all’inclusione.

Sorrisi in corsia

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la grinta di Mattia Cattapan le moto entrano a Pediatria per i piccoli pazienti

PadovaOggi è in caricamento