menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carmignano di Brenta: grande successo del progetto "Ci sto? Affare fatica!"

20 ragazzi al lavoro (sulle 125 domande presentate) per riqualificare gli spazi della socialità

A Carmignano di Brenta hanno fatto domanda in 125 per i 20 posti previsti nel progetto “Ci sto? Affare fatica!”, che puntava a coinvolgere ragazzi e ragazze dai 14 ai 19 anni in attività di riqualificazione degli spazi e dei beni pubblici, parchi, piazze, piste ciclabili e pedonali, nei mesi estivi. Un progetto promosso da nove comuni del padovano, con il coordinamento della Cooperativa Carovana, il sostegno di UniCredit Foundation Carta E 2019 e di associazioni, aziende e negozi locali.

Entusiasmo

«I giovani di Carignano hanno risposto con grande entusiasmo– ha commentato il Sindaco Alessandro Bolis – costringendoci a una dolorosa selezione: solo uno su sei che aveva fatto domanda ha potuto entrare nel progetto. Ecco perché abbiamo deciso di rinnovarlo l’anno prossimo, potenziandolo». Seguiti da tutor e nel lavoro da pensionati e adulti, maestri d’arte con competenze tecniche e artigianali, i ragazzi e le ragazze hanno lavorato nel territorio per un totale di oltre 400 ore. All’interno delle squadre, in una logica di inclusione hanno trovato spazio anche ragazzi accompagnati da percorsi da parte dell’età evolutiva o dei consultori. «A Carmignano abbiamo creato due squadre impegnate in una settimana di lavoro ciascuna e abbiamo coinvolto 35 soggetti tra commercianti, artigiani e associazioni sportive, tra questi l’Avis e i Volontari di Protezione Civile, generando comunità – spiega la Consigliere delegata Iside Cervato –  E’ stata per loro un’importante occasione di crescita e maturazione e per noi Amministratori una preziosa opportunità di formare cittadini consapevoli e di avvicinarci al mondo dei giovani: ci siamo messi in campo insieme a loro, abbiamo partecipato ad alcune ore di lavoro, sporcandoci le mani, ci siamo immersi in concreto nella relazione con i giovani del territorio. Non da sottovalutare, poi, il frutto del loro lavoro, che ci ha permesso di recuperare o valorizzare i nostri spazi pubblici».

Riqualificazione

I ragazzi e le ragazze nella prima settimana hanno riqualificato un'area inutilizzata del nido comunale, con pulizia e tinteggiatura delle pareti, trasformata così in un angolo giochi estivo e hanno carteggiato e riverniciato quattro panchine del parchetto di via Bellini. Nella seconda settimana hanno partecipato alla Giornata Ecologica con la raccolta di rifiuti lungo il Brenta, in sinergia col progetto ‘Life Brenta 2030’, hanno carteggiato e ritinteggiato i paletti di protezione dei porta biciclette, diserbato manualmente e pulito a fondo l'intera area del Palazzetto dello Sport (quartiere Boschi) e carteggiato e riverniciato le panchine della Piazzetta Marinai d'Italia. Alla fine della loro settimana di lavoro ognuno di loro ha ricevuto la giusta ricompensa: un “buono fatica” del valore di 50 euro, da spendere in abbigliamento, spese alimentari, libri scolastici e non, cartoleria, attività per il tempo libero, offerti dai numerosi negozi ed aziende locali che hanno aderito al progetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento