rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Attualità Piazze / Via VIII Febbraio, 2

Un risultato storico: l'Università di Padova tra i top 20 atenei al mondo per sostenibilità

L’ateneo patavino è 16esimo al mondo nel nuovo ranking elaborato da Times Higher Education, volto a misurare l’impatto sulla società delle università, sulla base degli sforzi fatti da quest’ultime verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU

Sono stati pubblicati i risultati della prima edizione dello University Impact Rankings, la nuova classifica elaborata dalla testata internazionale Times Higher Education (THE) con l’obiettivo di evidenziare come il settore dell’Alta Formazione e Ricerca si stia approcciando verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile indicati dall’ONU. E l'Università di Padova è decisamente protagonista.

La classifica

Il ranking vuole dare una rappresentazione di come il lavoro delle università influisca sulla comunità, con riferimento ad attività che vanno oltre i primari compiti degli atenei della didattica e della ricerca e che sono riconducibili a un più generale contributo di trasferimento di conoscenza e innovazione nei confronti della società. Attività che vengono oggi più comunemente ricondotte sotto l’espressione “Terza Missione” e che THE ha inteso valutare nella cornice degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU (SDGs). Entrando nel merito della classifica, l’Università di Padova si è piazzata 16a a livello globale nell’Impact Ranking complessivo, elaborato sulla base dei risultati ottenuti con riferimento all’obiettivo 17 dell’ONU (“modalità di attuazione e partnership per il perseguimento degli SDG”), considerato come prerequisito indispensabile per la partecipazione al ranking, e dei migliori tre risultati ottenuti con riferimento agli altri SDG. In questo senso, l’Ateneo Patavino è risultato il 7° al mondo verso il perseguimento del quarto obiettivo ONU (“Istruzione di Qualità”), volto a fornire un’educazione di qualità, equa e inclusiva e a garantire opportunità di apprendimento per tutti. Sul risultato ha influito in particolare la capacità dell’Ateneo di attrarre studenti senza precedenti laureati in famiglia (“first generation students”), forte dello spirito inclusivo che da sempre lo caratterizza e che, più in generale, contraddistingue l’intero sistema italiano dell’Alta Formazione. Un altro eccellente risultato è stato ottenuto con riferimento al quinto obiettivo ONU (“Parità di Genere”), che mira a superare la disuguaglianza di genere, ritenuta uno dei maggiori ostacoli allo sviluppo sostenibile, alla crescita economica e alla riduzione della povertà. Verso questo obiettivo l’Università di Padova si è posizionata 13a  al mondo, forte delle azioni intraprese in tale ambito negli ultimi anni, tra cui l’istituzione di un prorettorato alle relazioni culturali, sociali e di genere, la redazione del Bilancio di Genere e lo sviluppo di progetti e iniziative volti a sostenere le pari opportunità tra uomini e donne in tutte le sfere della vita accademica: dalla popolazione studentesca al personale docente e tecnico amministrativo, ai rapporti con la società. Un ottimo risultato è stato ottenuto anche nell’ambito del terzo obiettivo ONU (“Salute e Benessere”), dove l’Università di Padova si è piazzata al 37° posto mondiale, grazie all’impegno profuso a favore della salute pubblica e alle collaborazioni nazionali e internazionali sviluppate in tale ambito. L’Ateneo è risultato, infine, tra i primi 50 al mondo anche per l’obiettivo 9 (“Industria, innovazione e infrastrutture”) volto a favorire investimenti in infrastrutture sostenibili e nella ricerca scientifica per una maggiore adozione di tecnologie pulite e rispettose dell'ambiente.

«Risultato eccellente»

Il professor Giulio Vidotto, coordinatore della commissione ranking e bilancio sociale, commenta: «Questo eccellente risultato premia gli importanti sforzi compiuti dall’Ateneo nelle diverse aree dello sviluppo sostenibile, nella consapevolezza che è compito anche dell’Università contribuire alla creazione di nuovi modelli di sviluppo sociale, culturale, scientifico-tecnologico ed economico. Un impegno che l’Ateneo ha fatto proprio con l’avvio del progetto “UniPadova Sostenibile” e la redazione della “Carta degli impegni di sostenibilità 2018 – 2022” che recepisce l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, mettendo a sistema politiche e attività già in essere nei diversi ambiti della sostenibilità e promuovendo al proprio interno, a tutti i livelli e in tutti i contesti, il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità da essa dettati, in un’ottica di inclusione e valorizzazione delle differenze».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un risultato storico: l'Università di Padova tra i top 20 atenei al mondo per sostenibilità

PadovaOggi è in caricamento