rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Attualità San Pietro in Gu / Via Roma, 21

70 anni di onorato servizio: la prima fotografa donna in Italia lavora ancora nell'Alta Padovana

Si tratta di Silvana Bonazza, titolare del noto studio fotografico "Foto Splendida" di San Pietro in Gu: «Mi deridevano, ma io sono sempre stata una donna forte e sono riuscita ad affermarmi, nonostante tutto»

Ha iniziato nel 1949, a soli 12 anni. E ora festeggia settant’anni di lavoro dietro l’obiettivo: stiamo parlando di Silvana Bonazza, conosciuta da tutti nell’Alta Padovana come “Splendida”, titolare dagli anni Sessanta del noto studio fotografico "Foto Splendida" di San Pietro in Gu.

La targa

A lei è stata consegnata giovedì 31 gennaio una targa commemorativa da Raffaele Zordanazzo (presidente di Anap Padova, Associazione nazionale anziani e pensionati), da Tiziana Pettenuzzo (segretario di Confartigianato Padova) e da Flavio Carlana (presidente del Mandamento di Cittadella di Confartigianato) per festeggiare la sua lunga carriera professionale. Era presente alla consegna anche il Sindaco di San Pietro in Gu, Gabriella Bassi. Spiega un'emozionata Silvana Bonazza: «Sono stata letteralmente catapultata nella camera oscura, subito dopo la scuola. Ero solo una bambina, ma ho imparato velocemente a sviluppare le foto realizzate da mio padre, fotografo a Campodarsego». Prima fotografa donna in Italia, Silvana ha dovuto da subito fare i conti con la difficoltà di ricoprire una professione tipicamente maschile: «Mi deridevano, ma io sono sempre stata una donna forte e sono riuscita ad affermarmi, nonostante tutto». I segreti del mestiere Silvana li ha imparati principalmente dal padre. Ma ha avuto anche un altro grande maestro: il fotografo di Pontevigodarzere Giuseppe Pasini: «A lui devo molto ed io, a mia volta, ho insegnato molto a tanti ragazzi che mi hanno aiutata in questi anni». Specializzata in matrimoni, “ha sposato”, come ama ribadire, intere generazioni: «In alcune famiglie sono arrivata alla terza. Ho iniziato a immortalare matrimoni negli anni Sessanta, ne facevo anche centocinquanta l’anno, ma è stato negli anni Ottanta il vero boom. Oggi il mercato è molto cambiato, non ci si sposa neanche più, ora i ragazzi preferiscono convivere». Cavaliere al merito della Repubblica dal 1980, nel 2005 è diventata Ufficiale e il 2 giugno scorso Commendatore, mentre due anni fa Anap le ha conferito il titolo di Maestra d’opera e d’esperienza. Conclude Raffaele Zordanazzo: «Seguiamo da molti anni la straordinaria storia professionale di Silvana Bonazza. Ci fa piacere oggi poterla ringraziare con una targa. Si tratta di un gesto che per noi non è solo simbolico. La nostra associazione, insieme a Confartigianato, è molto attenta a valorizzare i percorsi professionali che hanno fatto la storia di un territorio. E questo è indubbiamente il caso di Foto Splendida».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

70 anni di onorato servizio: la prima fotografa donna in Italia lavora ancora nell'Alta Padovana

PadovaOggi è in caricamento