menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Maus, convocato in Regione il tavolo di crisi: fumata nera dopo l'incontro

Gestito dall’unità di crisi della Regione, presenti le rappresentanze sindacali dei lavoratori e quelle dei vertici aziendali, l’incontro aveva l’obiettivo di agevolare un confronto sulle prospettive industriali del sito produttivo e sulla procedura di licenziamento collettivo aperta che interessa 14 dipendenti su 44

Convocato dall’assessore al lavoro Elena Donazzan, si è riunito lunedì 9 dicembre a Venezia il tavolo regionale per affrontare la situazione dell’azienda metalmeccanica Maus di Campodarsego (Padova).

L'incontro

Gestito dall’unità di crisi della Regione, presenti le rappresentanze sindacali dei lavoratori e quelle dei vertici aziendali, l’incontro aveva l’obiettivo di agevolare un confronto sulle prospettive industriali del sito produttivo e sulla procedura di licenziamento collettivo aperta che interessa 14 dipendenti su 44. Nonostante il tema sia stato ampiamente discusso, non è stato possibile raggiungere una soluzione condivisa, in grado di superare gli ostacoli tra le posizioni dell’azienda e quelle delle organizzazioni sindacali. La Regione del Veneto "continua a rendersi disponibile per favorire la ricerca di una soluzione della vicenda, in grado di tutelare i lavoratori e di consentire una rapida ripresa, assicurando il suo impegno. Impegno che nel prossimo periodo sarà ancora più importante, dal momento che - come prevede la legge - l’espletamento della procedura di licenziamento passerà in ambito istituzionale regionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento